Passione

Aforismi

Natura

A differenza della natura, la storia è piena di eventi.
A meno che l'uomo abbia una predisposizione naturale ad accordarsi con la natura, non ha alcuna possibilità di capirla del tutto.
A quelli che non conoscono la matematica è difficile percepire, come una sensazione reale, la bellezza; la profonda bellezza della Natura. Se volete conoscere la Natura, apprezzarla, è necessario comprendere il linguaggio che essa parla.
Accetta la natura com'è: assurda.
Adattarsi o perire, ora come sempre, è l'imperativo inesorabile della natura.
Adotta il ritmo della natura: il suo segreto è la pazienza.
Agire sulla natura per modificarla ad uno scopo è artificio; ma quando il lavoro è fatto bene, lo chiamiamo un'opera, ed esclamiamo "che artista!" di chi l'ha compiuto.
Alla natura brutale niente importa di noi, ma la conservazione di noi come specie.
Alla natura si comanda solo ubbidendole.
Alla natura sta a cuore solo la nostra esistenza, non il nostro benessere.
Amare la natura è una prova bastante che le si è distanti.
Ammettendo l'uomo, la natura ha commesso molto più di un errore di calcolo: un attentato a se stessa.
Andare là, dove la natura conduce.
Animali e uomini guardano all'utilità della specie e fondano la loro moralità sulla proprietà fisica della natura.
Arriviamo dal grembo di mamma Natura e là ritorneremo. Nessuna paura.
Attraverso certi strani e potenti principi di chimica mentale che non ha mai divulgato, la Natura avvolge nell'impulso del forte desiderio quel qualcosa che non riconosce parole come impossibile, e non accetta nessuna realtà come il fallimento.
Attraverso l’arte noi esprimiamo la nostra concezione di ciò che la natura non è.
Bontà e ragione non sono nella natura, ma esistono in noi con i quali il caso si diverte, ma possiamo essere più forti del caso e della natura, anche se solo per pochi istanti.
C'è sempre un motivo, in natura, per cui qualcosa esiste.
C'è un luogo dove la pace della natura filtra in noi come la luce del sole tra gli alberi. Dove i venti ci comunicano la loro forza e gli affanni si staccano da noi come foglie. Non è difficile arrivarci: basta guardarsi dentro ed avere un cuore pulito.
Capire le leggi della natura non implica il diventarne immuni.
Che cosa è rappresentabile attraverso l'uomo? Tutto. La natura, la società umana, l'umanità.
Che si tratti dell'origine della specie o della vita stessa, prevale sempre l'impressione che le forze che hanno costruito la natura siano ora scomparse da essa.
Chi ama troppo la natura rischia di perdere il resto del mondo.
Chi ha contemplato una volta con i propri occhi la bellezza della natura non è destinato alla morte, bensì alla natura stessa, di cui ha intravisto le meraviglie. E se ha davvero degli occhi per vedere, costui diverrà inevitabilmente un naturalista.
Chi studia le applicazioni tecnologiche delle scoperte scientifiche a scopi bellici e di distruzione planetaria è come colui che invece di leggere il libro della Natura cerca di bruciarne le pagine.
Chi va contro natura facendo mostra di capacità fittizie e forzando le proprie reali inclinazioni riesce solo a raddoppiare il difetto.
Ci inganna più spesso la ragione che la natura.
Ci troviamo così bene nella libera natura, perché essa non ha alcuna opinione su di noi.
Ciò che la natura dà nessuno può togliere.
Ciò che la natura richiede è ottenibile ed è facilmente disponibile. È per il superfluo che noi sudiamo.
Ciò che noi chiamiamo natura è un poema chiuso in caratteri misteriosi e mirabili.
Ciò che è necessario per continuare a fornire buona cura alla natura è completamente caduto nell'ignoranza durante l'era del materialismo.
Come è più difficile a 'ntendere l'opere di natura che un libro d'un poeta.
Cosa c'è, per esempio, di più contro Natura che il matrimonio? Se desse retta alla Natura, l'uomo cambierebbe moglie a ogni stagione; e viceversa.
Così che non è facile stabilire se la natura sia stata per l'uomo più una buona madre che una crudele matrigna.
Dalla natura scaturisce il terrore della morte, dalla grazia scaturisce l’audacia.
Data la causa, la natura opera l’effetto nel più breve modo che operar si possa.
Difenditi seguendo le svolte naturali delle cose e non interferire. Ricorda di non importi mai contro la natura e di non metterti mai direttamente in contrasto con qualsiasi problema: scegli piuttosto di controllarlo, armonizzandoti con esso.
Dove non c'è l'uomo la natura è sterile.
Finché c'è questa felicità interiore, questo godere della natura, della salute e di tante altre cose, finché si ha tutto questo si tornerà sempre a essere felici.
Gli esempi sono una caratteristica degli uomini: non esistono in natura.
Gli uomini discutono, la natura agisce.
I gatti esistono per insegnarci che non tutto nella natura ha una funzione.
I libri vengono usati meno come 'occhiali' per guardare la natura, che come imposte per tenerne lontana la forte luce e la scena mutevole da occhi deboli e temperamenti apatici.
I sogni si realizzano; senza questa possibilità, la natura non c'inciterebbe a farne.
Il Caos è la legge della natura e l'Ordine è il sogno dell'uomo.
Il bacio è un dolce scherzo che la natura ha inventato per fermare i discorsi quando le parole diventano inutili.
Il bisogno, cioè la sensazione del dolore, è il pungolo col quale la natura scuote l'uomo, e lo desta da quell'indolente stato di vegetazione, in cui senza questo giacerebbe.
Il corso della Natura è l’arte di Dio.
Il corso della vita è immutabile e la strada della natura è una sola e semplice.
Il diritto è la più efficace scuola della fantasia. Mai poeta ha interpretato la natura così liberamente come un giurista la realtà.
Il grande errore consiste nel voler anticipare il risultato dell’impegno; non dovreste preoccuparvi di come finirà, lasciate solo che la natura faccia il suo corso, ed i vostri strumenti colpiranno al momento giusto.
Il matrimonio è una trappola che la natura ci tende.
Il miglior medico è la natura: guarisce tre quarti delle malattie e non sparla dei suoi colleghi.
Il nostro compito deve essere quello di liberare noi stessi da questa prigione; attraverso l'allargamento del nostro circolo di conoscenza e di comprensione; sino a includere tutte le creature viventi e l'interezza della natura nella sua bellezza.
Il piacere è l'esame della natura, il suo segno di approvazione. Quando l'uomo è felice, egli è in armonia con se stesso e col suo ambiente.
Il poeta intende la natura meglio dello scienziato.
Il principio della felicità umana consiste essenzialmente in tre cose: natura, ragione, esercizio.
Il vero scopo del metodo scientifico è quello di accertare che la natura non ti abbia indotto a credere di sapere quello che non sai.
Il volgo chiama miracoli o opere di Dio gli eventi straordinari della natura.
Imparando a conoscere i mali della natura, si disprezza la morte; imparando a conoscere quelli della società, si disprezza la vita.
In natura esiste la paura, non il coraggio, che altro non è che la paura vinta.
In natura non c'è niente di inutile; nemmeno l'inutilità stessa.
In natura non ci sono né ricompense né punizioni: ci sono conseguenze.
In natura, gli effetti non sono che le conseguenze matematiche di un piccolo numero di leggi immutabili.
In natura, la luce crea il colore. Nella pittura, il colore crea la luce.
In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso.
Invano penetreremo sempre più in profondità i segreti della struttura del corpo umano, non dobbiamo ingannare la natura; moriremo come al solito.
Io non attribuisco alla natura né bellezza né bruttezza, né ordine né confusione, giacché le cose non si possono dire belle o brutte, ordinate o confuse, se non relativamente alla nostra immaginazione.
Io non fotografo la natura, ma le mie visioni.
Io, la Natura, sono chiamata madre, ma sono una tomba.
L'abitudine è in qualche modo simile alla natura, giacché "spesso" e "sempre" sono vicini; la natura è di ciò che è sempre, l'abitudine di ciò che è spesso.
L'abitudine è più forte della natura.
L'amore è il grande agguato che la natura ha teso agli uomini per propagarne la specie.
L'amore è solo un brutto tiro giocatoci dalla natura per raggiungere la continuazione della specie.
L'amore è un'assurdità che in natura non c'è.
L'amore, come la medicina, è soltanto l'arte di aiutare la natura.
L'arte imita la natura come può, come un allievo segue il suo maestro; è quindi una specie di nipote di Dio.
L'arte non potrà mai esistere senza natura.
L'arte non può mai uguagliare la ricchezza della natura.
L'arte è contemplazione: è il piacere di uno spirito che penetra la natura e scopre che anch’essa ha un’anima; è la più sublime missione dell’uomo, poiché è l’esercizio del pensiero che cerca e comprende l’universo e di farlo comprendere.
L'autodifesa è la più antica legge della Natura.
L'età non si misura in anni. La natura non distribuisce equamente l'energia. Alcune persone sono nate vecchie e stanche mentre altre diventano forti a settant'anni.
L'intero mondo visibile non è che un impercettibile segno nell'ampio seno della natura. Nessuna idea vi si avvicina. Abbiamo un bel dilatare i nostri pensieri al di là degli spazi immaginabili, a confronto della realtà partoriremo dei semplici atomi. È una sfera infinita il cui centro è dovunque e la circonferenza in nessun luogo.
L'intima natura delle cose ama nascondersi.
L'invenzione dell'arte tipografica è stata una gran brutta trovata! La natura aveva saggiamente disposto che le sciocchezze degli uomini fossero passeggere, ed ecco che i libri le rendono immortali.
L'unica cosa imperfetta in natura è la razza umana.
L'unico interesse della natura è farti procreare, dopo ti butta via.
L'unico stato delle cose permanente nell’universo è il cambiamento, l’eterno cambiamento, poiché la natura costruisce, evolve, distrugge, ricostruisce continuamente.
L'uomo deve chiedere informazioni solo alla natura.
L'uomo domina la natura non per mezzo della forza ma per mezzo dell'intelligenza. E' per questo che la scienza ha avuto successo dove la magia ha fallito: perché non è andata alla ricerca di incantesimi da gettare sulla natura.
L'uomo non è che un fuscello, il più debole della natura, ma è un fuscello che pensa.
L'uomo non è che una parte della natura.
L'uomo vecchio ha per nemico tutta la natura.
L'uomo è così poco il re della natura, che è l'unico fra tutti gli animali che possa fare qualcosa senza pagare.
L'uomo è una specie di stecca nel grande concerto della natura.
La bellezza è una garanzia della possibile conformità fra l'anima e la natura, e quindi un motivo di fede nella supremazia del bene.
La comodità è il più bel dono della natura a condizione che venga mai usata.
La famiglia è l'associazione istituita dalla natura per provvedere alle necessità dell'uomo.
La forza creatrice della natura vince l'istinto distruttore dell’uomo.
La gioia nell'osservare e nel comprendere è il dono più bello della natura.
La legge della natura insegna a molti animali ad amare ed educare la loro progenie infantile. La legge della ragione inculca alla specie umana il vantaggio economico della pietà filiale.
La libertà dalla superstizione è una condizione necessaria ma non sufficiente per la crescita della scienza. Si deve avere anche l'idea di interrogare la natura, di compiere osservazioni ed esperimenti.
La maestria della natura è vanamente creduta essere un sostituto adeguato della maestria di se stessi.
La malattia è la vendetta della natura per aver violato le sue leggi.
La morte è il modo che la natura ha di dirti che devi rallentare.
La natura ama nascondersi.
La natura ci ha dato i semi della conoscenza, non la conoscenza stessa.
La natura deve essere lo spirito visibile, lo spirito è natura invisibile.
La natura dimostra che con una crescita intellettiva viene una incrementata capacità di provare dolore, ed è solamente con il più alto grado di intelligenza che il dolore raggiunge il suo limite supremo.
La natura e la saggezza non sono mai in contrasto.
La natura esagera.
La natura fa il merito e la fortuna lo mette in opera.
La natura genera pochi uomini gagliardi; la industria e lo esercizio ne fa assai.
La natura ha dato ad ogni essere creato un difetto.
La natura ha dato alla donna un tale potere che la legge ha giustamente deciso di dargliene poco.
La natura ha delle perfezioni per dimostrare che essa è l'immagine di Dio e ha dei difetti per mostrare che ne è solo un'immagine.
La natura ha detto alla donna: sii bella se puoi, saggia se vuoi, ma degna di stima sempre.
La natura ha fatto l'uomo felice e buono, ma la società lo deprava e lo rende miserabile.
La natura ha in odio l'intelletto.
La natura ha migliaia e migliaia di colori, e noi ci siamo messi in testa di ridurne la scala solo ad una ventina.
La natura ha posto il genere umano sotto il dominio di due sovrani padroni, dolore e piacere... essi ci governano in tutto quello che facciamo, diciamo e pensiamo: qualsiasi sforzo possiamo fare per liberarci dalla loro soggezione, servirà solo a ribadirla e confermarla.
La natura ha semplicità, e dunque grande bellezza.
La natura ha strane leggi, ma lei, almeno le rispetta.
La natura imita ciò che l'opera d'arte le propone. Avete notato come, da qualche tempo, la natura si è messa a somigliare ai paesaggi di Corot?
La natura insegna più di quanto predichi. Non ci sono sermoni nelle pietre. È più facile ottenere una scintilla da una pietra che non una morale.
La natura lotta per la sopravvivenza, l'uomo combatte per l'estinzione.
La natura non ci ha dato che un ingresso alla vita, e centomila uscite.
La natura non conosce pause nel suo progresso e sviluppo, e maledice ogni genere d'inattività.
La natura non crea opere d'arte. Siamo noi umani grazie alla nostra peculiare capacità d'interpretazione, che è ciò che ci rende umani a vedere in essa l'arte.
La natura non fa nulla di inutile.
La natura non ha alcun bisogno di un padrone che la diriga; da sola mantiene il suo perenne movimento e la sua attività. E se questo padrone esistesse veramente, cosa meriterebbe, oltre a disprezzo e a oltraggio, per aver creato un universo colmo di tante imperfezioni?
La natura non ha musica.
La natura non porta a termine la sua opera: è caotica. L'uomo si sente obbligato a terminarla, così pianta un giardino e costruisce un muro di cinta.
La natura non si fa mai sorprendere in vestaglia.
La natura non si preoccupa di nessun errore; essa stessa non può che agire bene eternamente, senza preoccuparsi di quel che ne deriverà.
La natura non toglie mai nulla senza sostituirlo con qualcosa di potenziale equivalente.
La natura non tollera una salute inguaribile.
La natura non è altro che una poesia enigmatica.
La natura non è un posto da visitare ma il sentirsi a casa.
La natura pare qui in molti o di molti animali stata più presto crudele matrigna che madre e d'alcuni non matrigna ma pietosa madre.
La natura ride delle difficoltà di integrazione.
La natura rifiuta il vuoto.
La natura sta cercando in tutti i modi di farci avere successo, ma la natura non dipende da noi. Noi non siamo il solo esperimento.
La natura ti dà la faccia che hai a vent'anni; è compito tuo meritarti quella che avrai a cinquant'anni.
La natura unisce in se tutte le cose; quindi la natura unisce in se Dio e l'uomo.
La natura unisce qualche volta alle nostre azioni effetti e spettacoli con una specie di prefazione cupa e intelligente, come se volesse farci riflettere.
La natura volle fare della donna il suo capolavoro: ma sbagliò tono e la prese troppo acuta.
La natura è Dio diviso all'infinito.
La natura è bella e buona quando ci è propizia, brutta e cattiva quando ci affligge. Sovente è ai nostri stessi sforzi ch'essa deve almeno una parte del suo fascino.
La natura è causa e cura delle malattie.
La natura è costretta dalla ragione della sua legge, che in lei infusamente vive.
La natura è costruita in maniera tale che non c'è dubbio che non possa esser costruita così per un caso. Più uno studia i fenomeni della natura, più si convince profondamente di ciò. Esistono delle leggi naturali di una profondità e di una bellezza incredibili. Non si può pensare che tutto ciò si riduca ad un accumulo di molecole.
La natura è crudele... e noi non siamo forse parte della natura? Niente di quel che facciamo potrà mai essere innaturale, dato che la nostra volontà è un prodotto della natura, e pertanto essa stessa naturale.
La natura è davvero l'unica cosa che non tollera surrogati.
La natura è davvero un tempio ecc. ecc. anche se le sue colonne possono essere le zampe di un gatto e persino, miracolo, quelle esilissime di un ragno.
La natura è debole nei confronti del male, non nei confronti del bene, perché nei piaceri ha la sua salvezza e nei dolori la sua rovina.
La natura è essenzialmente un'intelligenza immutata.
La natura è fondamentalmente indifferente. È spietata, noncurante nei tuoi confronti. Non le interessa se vivi o se muori, se hai successo o fallisci, se provi piacere o dolore.
La natura è gagliarda magnanima focosa, inquieta come un ragazzaccio.
La natura è generosa nei suoi insensati esperimenti sul genere umano. Perché il genere umano non dovrebbe avere il diritto di fare degli esperimenti su se stesso?
La natura è immorale. Essa ha ordinato l'accoppiamento non il matrimonio. Il resto lo abbiamo inventato noi e malamente.
La natura è in cima alla lista dei potenti tranquillizzanti e dei riduttori di stress. È stato accertato che il semplice suono dell’acqua che scorre riduce la pressione arteriosa.
La natura è l'infinita combinazione e ripetizione di molte poche leggi.
La natura è la differenza tra l’anima e Dio.
La natura è neutrale. L'uomo ha strappato il potere di fare un deserto del mondo o di far fiorire i deserti. Non v'è male nell'atomo, solo nelle anime degli uomini.
La natura è piena d'infinite ragioni che non furon mai in isperienza.
La natura è rivelazione di Dio, l’arte è la rivelazione dell’uomo.
La natura è sadica, com'è dimostrato dalla constatazione che raramente ciò che giova al corpo è di giovamento anche all'anima.
La natura è sempre la migliore consigliera.
La natura è soltanto un luogo dove andiamo a meravigliarci di essere tanto stupidi.
La natura è spesso nascosta, qualche volta sopraffatta, molto raramente estinta.
La natura è un libro scritto in caratteri matematici.
La natura è un libro scritto seguendo un preciso disegno.
La natura è un tempio dove pilastri vivi mormorano a tratti indistinte parole; l'uomo passa, tra foreste di simboli che l'osservano con sguardi familiari.
La natura è una dolce guida, ma non più dolce che prudente e giusta.
La natura è una macchina che si è fatta da sola, più perfettamente automatizzata di qualsiasi congegno automatico. Creare qualcosa ad immagine della natura significa creare una macchina, e fu con l’apprendere i meccanismi interni della natura che l’uomo divenne un costruttore di macchine.
La natura è una musica alla quale gli uomini sono quasi sempre sordi.
La natura è vita che dorme.
La natura, anche se la scacci con forza, ritornerà sempre fuori.
La natura, il vicario di Dio onnipotente.
La natura, quando vuole comunicare con noi, non trovando altro modo, riempie il nostro animo di ritmi e melodie.
La nostra distruzione della natura giustifica quella dell'uomo.
La parola è la luce dell'umanità, e la luce è la parola della natura.
La poesia è anche e forse soprattutto lettura del grande libro della natura.
La poesia è il linguaggio universale che il cuore utilizza con la natura e con se stesso.
La ragione è un lume; la Natura vuol essere illuminata dalla ragione, non incendiata.
La saggezza della natura è tale che ella non produce niente di superfluo o inutile.
La scacchiera è il mondo, i pezzi sono i fenomeni dell'universo, le regole del gioco sono quelle che noi chiamiamo le leggi della Natura, il giocatore dall'altra parte è nascosto da noi.
La scienza della natura è, cionondimeno, la nostra più grande speranza. Se possiamo tirarci fuori dalla palude in cui siamo sprofondati, ci riusciremo di certo solo con l'aiuto della scienza. E ciò suona sicuramente 'scientifico', come si dice oggi.
La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere.
La scienza non è null'altro che la ricerca dell'unità nella selvaggia varietà della natura o, più precisamente, nella varietà della nostra esperienza.
La scienza è l’unico strumento che l’uomo possiede per dimostrare, con i fatti, che la natura è un libro scritto seguendo un preciso disegno. È un traguardo cui né la poesia né la filosofia avrebbero mai saputo, né potuto, arrivare.
La società umana sostiene se stessa trasformando la natura in immondizia.
La speranza è il velo che la natura pone per nascondere la nudità della verità.
La storia dello sforzo dell'uomo per soggiogare la natura è anche la storia del soggiogamento dell'uomo da parte dell'uomo.
La tecnologia non tiene lontano l'uomo dai grandi problemi della natura, ma lo costringe a studiarli più approfonditamente.
La varietà dei costumi, le loro trasformazioni nel tempo ci hanno dimostrato che non esiste un diritto naturale. La natura non prescrive niente. La natura conosce solo la legge della sopravvivenza del più adatto.
La violenza alla natura è un forte ingrediente della nostra civiltà da cento anni a questa parte.
La vista di tutto ciò che è estremamente bello, in arte o in natura, richiama con la rapidità del fulmine il ricordo di chi si ama.
La vita non ha alcuno scopo. Alla natura non importa nient'altro che la continuazione della specie.
La volontà parla ancora quando la natura tace.
Lasciateci dare una possibilità alla natura, perché sa il fatto suo meglio di noi.
Le leggi della natura facevano meno danni delle leggi degli uomini ed erano più giuste e anche più severe.
Le leggi invariabili della natura hanno collegato la pace con l'innocenza, l'abbondanza con l'operosità, la sicurezza con il valore.
Le passioni dell'uomo sono soltanto i mezzi di cui la natura si serve per conseguire i suoi scopi.
Le regole della natura non hanno eccezioni.
Legge implacabile della natura: o divorare, o essere divorati. Popoli e individui, o vittime o carnefici.
Lo scienziato non studia la natura perché sia utile farlo. La studia perché ne ricava piacere; e ne ricava piacere perché è bella. Se la natura non fosse bella, non varrebbe la pena conoscerla, e la vita non sarebbe degna di essere vissuta.
Lo scopo della vita è di vivere in accordo con la natura.
Lo spirito non può vivere nella natura, ma solo di fronte ad essa, come suo contrapposto.
Lo spirito, come la natura, ha l'orrore del vuoto. Nel vuoto, la natura mette l'amore, lo spirito, spesso, vi mette l'odio. L'odio prende spazio.
Là dove la scienza si è spinta più innanzi e più lontano, la mente ha soltanto recuperato dalla natura ciò che la mente stessa vi aveva messo.
Madre Natura, nella sua infinita saggezza, ha instillato in ognuno di noi il potente istinto biologico della riproduzione; questo è il suo modo per garantirsi che la razza umana, qualunque cosa avvenga, non abbia mai alcun reddito disponibile.
Mai la natura e la sapienza dicono cose diverse.
Mi sembra che tutti noi guardiamo troppo alla Natura e viviamo troppo poco con essa.
Mi sono avvicinato alla natura e sono in grado ora di apprezzarne la bellezza.
Molti pensano di essere attratti da Dio, o dalla Natura, quando sono soltanto rifiutati dagli uomini.
Natura crea il nostro corpo: l'arte il nostro spirito.
Natura non rompe sua legge.
Nei tempi antichi, l'ignoranza dei comportamenti della natura induceva i popoli a inventare dei che presiedessero a ogni aspetto della vita umana.
Nel grande oceano della natura gli individui son gocce che il vento spazza dall'onda e fa correre lucide e leggere sulla superficie per un solo istante.
Nella natura non si dà evidentemente soltanto ciò che è funzionale per la conservazione della specie ma anche tutto quello che non è tanto funzionale da minacciarne il patrimonio essenziale.
Nella pacatezza dello sguardo degli animali parla ancora la saggezza della natura, perché in essi la volontà e l'intelletto non si sono ancora distaccati abbastanza l'uno dall'altro per potersi, al loro reincontrarsi, stupirsi l'uno dell'altra.
Nella produzioni della mente, come in quella del suolo, i doni della natura sono distinti per settore e abilità.
Nessun artificio può imitare l'operosità della natura.
Niente accade in contrasto con la natura.
No, non c'è nessun Dio, la natura basta a se stessa; non ha alcun bisogno di un autore.
Noi vediamo l'aspetto della natura brillare di prosperità, e vi ravvisiamo una sovrabbondanza di nutrimento; noi dimentichiamo che la maggior parte di tanti uccelli che cantano intorno a noi, vivono solo d'insetti o di sementi, e per conseguenza distruggono continuamente altri esseri viventi.
Non bisogna credere che ciò che la natura ha fatto grazioso sia vizioso. Non c'è secolo, non c'è popolo che abbia stabilito virtù e vizi immaginari.
Non bisogna far violenza alla natura, ma persuaderla.
Non c'è niente che ci parli oggi della morte della natura, e per morte della natura intendo l'abdicazione all'inautentico, all'artificiale, al pretestuoso come il rossetto viola che le donne si passano sulle labbra.
Non c'è niente che sappia di morte più del sole in estate, della gran luce, della natura esuberante. Tu fiuti l'aria e senti il bosco e ti accorgi che piante e bestie se ne infischiano di te. Tutto vive e si macera in se stesso. La natura è la morte.
Non deviare dalla natura e il formarci sulle sue leggi e sui suoi esempi, è sapienza.
Non diamo arbitrariamente leggi all'intelletto o ad altre cose, ma come scribi fedeli le riceviamo e copiamo dalla voce rivelata della Natura.
Non le grandi e singolari catastrofi del mondo, le alluvioni che portan via i vostri villaggi, i terremoti che inghiottono le vostre città, mi commuovono; ciò che mi stringe il cuore è la forza distruttrice riposta nell'essenza stessa della natura; la quale non ha mai creato cosa alcuna che non sia destinata a distruggere il prossimo, a distruggere se stessa.
Non possiamo comandare la natura tranne che obbedendole.
Non sapendo come cavarsela, la natura ci fa morire.
Non vi sono mai contraddizioni nella natura.
Non vi sono miracoli, né eccezioni alle leggi di natura.
Non è l'uomo che deve battersi contro una natura ostile, ma è la natura indifesa che da generazioni è vittima dell'umanità.
Nulla in natura è tanto sacro da non trovare un sacrilego, ma non per questo gli esseri divini sono meno in alto.
Nulla inizia mai, né finisce. E ciò che può avere un inizio o una fine sarà inevitabilmente artificiale. La natura permane sempre, è imperitura. Esiste sempre.
Nulla si crea, né nelle operazioni dell'arte né in quelle della natura, e si può porre come principio che in ogni operazione vi è una quantità uguale di materia prima e dopo l'operazione, che la qualità e la quantità degli elementi è la medesima, e che si verificano solo cambiamenti e modificazioni.
Né la società, né l'uomo, né ogni altra cosa per essere buona deve eccedere i limiti stabiliti dalla natura.
Obbedire a natura in tutto è il meglio.
Ogni arte ed educazione intende colmare le lacune della natura.
Ogni azione fatta dalla natura non si pò fare con più brieve modo co' medesimi mezzi. Date le cause la natura partorisce li effetti per i più brievi modi che far si possa.
Ogni cosa avviene conforme a natura.
Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
Ogni razza decide da sé cosa è indecente. La natura non conosce indecenze. È l'uomo a inventarle.
Ognuno di noi, attraverso i riti del corteggiamento e dell'accoppiamento (con tutto quello che ciò comporta: investimenti, stratagemmi, emozioni, magari anche poesie e musiche), diventa strumento inconsapevole di quell'esigenza fondamentale della natura che è la produzione di diversità.
Oh come si desidera a volte poter scappare dall'insulsa monotonia dell'umana eloquenza, dalle frasi sublimi, per cercare rifugio nella natura, apparentemente così silenziosa, oppure nel mutismo di fatiche lunghe ed estenuanti, del sonno profondo, di musica vera o dell'umana comprensione zittita dall'emozione!
Osservate con quanta previdenza la natura, madre del genere umano, ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia. Infuse nell'uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste, difficile, brutto, insipido, fastidioso.
Pare che l'arte fiorisca meglio là dove l'uomo deve correggere la natura, dove non è scoraggiato dalla sua abbondanza.
Pensare all'esito del combattimento è un grosso sbaglio; non pensare a come finirà, se con la vittoria o la sconfitta. Lascia che la natura segua il suo corso e i tuoi strumenti colpiranno al momento giusto.
Per chi ha paura, o si sente incompreso e infelice, il miglior rimedio è andar fuori all'aperto, in un luogo dove egli sia completamente solo, solo col cielo, la natura e Dio. Soltanto allora, infatti, soltanto allora si sente che tutto è come deve essere, e che Dio vuol vedere gli uomini felici nella semplice bellezza della natura. Finché ciò esiste, ed esisterà sempre, io so che in qualunque circostanza c'è un conforto per ogni dolore. E credo fermamente che ogni afflizione può essere molto lenita dalla natura.
Per comprendere la natura, bisogna far sì che essa si sviluppi dentro di noi in tutta la sua interezza.
Per il desiderio nulla è abbastanza, per la natura è abbastanza anche il poco.
Per me la natura è, non lo so, i ragni, le cimici, e... il pesce grosso che mangia il piccolo, e le piante che mangiano altre piante... animali che man... è un enorme ristorante, così la vedo.
Per prima cosa fu necessario civilizzare l’uomo in rapporto all’uomo. Ora è necessario civilizzare l’uomo in rapporto alla natura e agli animali.
Per una tecnologia di successo, l'onestà deve avere la precedenza sulle pubbliche relazioni, perché la natura non può essere ingannata.
Permettendo l'uomo, la natura ha commesso molto più che un errore di calcolo: ha commesso un attentato contro se stessa.
Più si studia l'arte e meno ci interessa la natura.
Poiché la natura ha ispirato a tutti gli uomini il più vivo amore per la loro esistenza, l'eternità di questa esistenza diventa un desiderio insopprimibile; il desiderio si converte ben presto in certezza e ancora più prontamente in dogma.
Prendersi cura del pianeta è come curare la propria casa e poichè noi esseri umani viviamo e siamo immersi nella natura, è assurdo distruggerla e rovinarla.
Purtroppo, l'equilibrio della natura decreta che una sovrabbondanza di sogni comporta una potenziale crescita di incubi.
Quando l'arte sarà più varia, senza dubbio anche la natura sarà più varia.
Quando sarà che tutte queste ombre di Dio non ci offuscheranno più? Quando avremo del tutto sdivinizzato la natura! Quando potremo iniziare a naturalizzare noi uomini, insieme alla pura natura, nuovamente ritrovata, nuovamente redenta!
Quanto più in alto uno è nella serie gerarchica della natura, tanto più è solitario, essenzialmente e irrimediabilmente.
Quanto più l'uomo impara a conoscere la natura, tanto più viene preso profondamente e tenacemente dalla sua viva realtà.
Questo è un altro aspetto rasserenante della natura: la sua immensa bellezza è lì per tutti. Nessuno può pensare di portarsi a casa un'alba o un tramonto.
Ritagliati un istante per goderti le piccole meraviglie della Natura: soffermati ad ammirare un tramonto, stupisciti davanti al volo di un colibrì.
Scoprire una legge fondamentale della natura vuol dire essere riusciti a decifrare una frase scritta dal Creatore del mondo nel libro che è dinanzi agli occhi di tutti: il Creato. La vera grande Scienza non può avere problemi di natura etica in quanto essa nasce dalla volontà creativa di Colui che ha fatto il mondo.
Se aiuti gli altri, verrai aiutato. Forse domani, forse tra un centinaio d'anni, ma verrai aiutato. La natura deve pagare il debito. È una legge matematica e tutta la vita è matematica.
Se i malvagi prosperano e i più adatti sopravvivono, la natura è il dio dei mascalzoni.
Se la natura avesse tante leggi quante ne ha lo Stato, neppure Dio potrebbe governarla.
Se la natura fosse stata confortevole, l'umanità non avrebbe mai inventato l’architettura.
Se la natura non avesse voluto donne e schiavi, avrebbe dato alle spole la qualità di filare da sole.
Se la natura non fa nulla d'incompiuto né invano, è necessario che la natura abbia fatto tutto a causa degli uomini.
Se la natura non mi ha dato le ali, forse non è mio destino volare.
Se percepiamo più facilmente l'idea nell'opera d'arte che nella contemplazione diretta della natura e della realtà, ciò si deve al fatto che l'artista, il quale non si fissa che nell'idea e non volge più l'occhio alla realtà, riproduce anche nell'opera d'arte l'idea pura, distaccata dalla realtà e libera da tutte le contingenze che potrebbero turbarla.
Se si concede alla natura nulla di più dello stretto indispensabile, la vita dell'uomo vale meno di quella di una bestia.
Se si vuole creare nei giovani il senso della protezione della natura, la cosa più importante è il contatto diretto con gli animali.
Se tu viverai secondo la natura, mai sarai povero; se viverai secondo la opinione, mai sarai ricco: perché la natura di poco si contenta, ma la opinione mai si sazia.
Se vivrai secondo natura, non sarai mai povero; se vivrai secondo le opinioni, non sarai mai ricco.
Sentirsi parte della natura permette di esistere senza che serva un perché.
Sia la natura che l'uomo tendono al costante perfezionamento.
Siamo impotenti di fronte alla forza della natura.
Siediti di fronte ai fatti come un bambino piccolo, sii preparato ad abbandonare ogni nozione preconcetta, segui umilmente la natura in qualunque abisso possa portarti, o altrimenti non imparerai nulla.
Spesso cerchiamo disperatamente la felicità rincorrendo chimere, senza accorgerci che sono le semplici cose a rallegrarci il cuore: la natura con le sue stagioni, gli amici, l'amore, le risate, una passeggiata sulla riva del mare.
Tutta l'arte è imitazione della natura.
Tutta la natura indossa un sorriso universale.
Tutta la natura sussurra i suoi segreti a noi attraverso i suoi suoni. I suoni che erano precedentemente incomprensibili alla nostra anima, ora si trasformano nella lingua espressiva della natura.
Tutte le cose e le azioni esistenti nella Natura sono perfette.
Tutte è artificio, poiché la Natura è l'arte di Dio.
Tutti quelli che esaltano il frastuono dei mass media, il sorriso imbecille della pubblicità, l'oblio della natura, l'indiscrezione innalzata al rango di virtù, li si deve chiamare: collaborazionisti della modernità.
Tutto ciò che vive deve morire, passando dalla natura all'eternità.
Tutto il segreto dello studio della natura risiede nell'imparare come usare i propri occhi.
Tutto nel mondo sociale è menzogna convenzionale, mentre la natura è così sincera.
Tutto piange quaggiù, e la natura versa in un pianto quotidiano sulle miserie della creazione con le rugiade de' cieli.
Un prodotto organizzato dalla natura è un prodotto dove tutto è reciprocamente fine e mezzo; in esso, nulla d'inutile, privo di scopo, o dovuto a un cieco meccanismo naturale.
Verrà il secolo in cui l'uomo scoprirà forze potenti nella Natura.
Violenza alla natura è un forte ingrediente della nostra civiltà da cento anni a questa parte.
Viviamo in un'epoca pericolosa. L'essere umano ha imparato a dominare la natura molto prima di aver imparato a dominare se stesso.
È falso che l’uguaglianza sia una legge naturale: la natura non ha fatto nulla d’uguale; sua legge sovrana è la subordinazione e la dipendenza.
È la conservazione della specie, non di uno solo, che sembra essere il disegno di una divinità attraverso la natura intera.
È tutt'altro che facile determinare se la natura si è dimostrata per l'uomo una tenera madre o una spietata matrigna.
È tutta questione di metro. Se segui la natura non sarai mai povero. Se segui le opinioni umane, non sarai mai ricco.
È una grande ricchezza la povertà regolata dalla legge di natura.