Passione

Aforismi

Grandezza

A compiacersi del semplice ci vuole un'anima grande.
A voler essere un grand'uomo bisogna profittare di tutta la propria fortuna.
A volte spetta a una generazione l'essere grande. Voi potete essere quella grande generazione.
Abbi fiducia negli uomini e questi saranno sinceri con te; dai loro importanza, e si mostreranno grandi.
Alcuni dei più grandi uomini nella storia non hanno mai scoperto se stessi fino a quando non hanno perso tutto fuorché la loro energia e il loro fegato.
Alcuni grandi uomini devono la loro grandezza in massima parte all’abilità di riconoscere in coloro di cui intendono servirsi l’esatta qualità di forza occorrente al loro lavoro.
Alcuni sono resi grandi dalla sconfitta, altri meschini dalla vittoria.
Altro è esser uomo erudito, ed altro è esser uomo grande.
Anche in un momento di crisi come il nostro, se si ha la costanza e la determinazione di confrontarsi con i grandi del passato, e di rinnovarne l’esempio attraverso canoni nuovi, è possibile intraprendere entusiasmanti avventure.
Bisogna adoperare i propri principi nelle grandi cose, nelle piccole basta la misericordia.
Bisogna cercare un bene che non si guasti giorno per giorno, che non conosca ostacoli. Qual è? Lo spirito, ma deve essere retto, onesto, grande.
Bisogna essere davvero un grand'uomo per saper resistere anche contro il buon senso.
Bisogna essere forti per diventare grandi: ecco il nostro dovere.
Bisogna vivere con semplicità e pensare con grandezza.
C'è chi considera nulla ciò che è piccolo: per essi non sarà grande nemmeno ciò che è grande.
C'è da confondersi in pensare quanto applauso di uomini minimi ci vuole per fare la gloria di un uomo grande.
C'è una malinconia che nasce dalla grandezza.
C'è una sola strada che porta gli uomini alla vera grandezza umana: la dura scuola delle sventure.
Certo che per fare grandi scoperte oltre che essere grandi geni bisogna anche essere un po' scemi. Come può venire in mente a qualcuno che una mela possa cadere in su?
Chi desse retta alla critica corrente, dovrebbe adattarsi a credere anche questa incredibilissima cosa, che uno spirito piccolo possa comprendere, misurare e giudicare uno spirito grande.
Chi dicesse che l'uomo è troppo basso per meritare la comunione con Dio, dev'essere abbastanza grande per dare questo giudizio.
Chi diventa grande si sente sempre solo.
Chi non conosce la norma corre avventatamente incontro alla sventura. Chi conosce la norma è tollerante; essendo tollerante è imparziale; essendo imparziale è comprensivo; essendo comprensivo, è grande; essendo grande, è simile alla via; essendo simile alla via, dura a lungo; per tutta la vita non è in pericolo.
Chi non ha mai fallito in qualcosa non può essere grande.
Chi non ha vera grandezza d'animo non può avere bontà; può avere soltanto bonomia.
Chi si applica troppo alle piccole, diventa incapace di grandi cose.
Chiunque può essere grande... perché tutti possono servire. Non è necessario avere una laurea per servire. Non devi far concordare il tuo soggetto e il verbo per servire, hai bisogno soltanto di un cuore pieno di grazia, di un’anima generata dall’amore.
Chiunque può fare la storia. Solo un grande uomo può scriverla.
Ci sono pochi grandi spiriti che non abbiano un grano di follia.
Ci sono tre grandi cose al mondo: gli oceani, le montagne e una persona impegnata.
Ci sono tre vie per diventare un grande uomo: essere veramente un uomo superiore; essere poco più di un uomo comune e avere dei panegiristi; essere un po' meno d'un uomo comune, ma avere dell'audacia e della fortuna, Di queste tre vie, la più sicura non è certo la prima.
Ciò che fa grande la grandezza umana è che si riconosce miserabile; un albero non si riconosce miserabile. Riconoscersi miserabili significa dunque essere miserabili, ma riconoscersi miserabili significa essere grandi.
Ciò che realmente conta è la piccola minoranza di uomini che creano opere d'arte o di pensiero, i fondatori di religioni e i grandi uomini di Stato. Sono questi pochi individui eccezionali che ci permettono di farci un'idea della vera grandezza dell'uomo.
Ciò che si deve temere, non è tanto la vista dell'immoralità dei grandi, quanto la vista dell'immoralità che conduce alla grandezza.
Ciò che è grande ai mediocri appare oscuro.
Coloro che disprezzano l'uomo non sono grandi uomini.
Colui solo è felice e grande che per essere qualcosa non ha bisogno né di comandare né di ubbidire.
Come? Un grand'uomo? Ma io non vedo che un commediante del suo proprio ideale.
Cos'è che rende un uomo grande, ammirato dal creato, gradevole agli occhi di Dio? Cos'è che rende un uomo forte, più forte del mondo intero; cos'è che lo rende debole, più debole di un bambino? Cos'è che rende un uomo saldo, più saldo della roccia; cos'è che lo rende molle, più molle della cera? È l'amore!
Da un uomo grande c’è qualcosa da imparare anche quando tace.
Delle cose grandi si deve giudicare con animo grande; altrimenti si vedrebbero in esse i difetti che troviamo in noi.
Desiderare la grandezza del proprio paese è desiderare il male dei propri vicini. Chi volesse che la propria patria non fosse mai né più grande né più piccola, né più ricca né più povera, sarebbe cittadino dell'universo.
Devi rimanere concentrato sul tuo viaggio verso la grandezza.
Di solito, coloro che hanno un grande spirito, l'hanno ingenuo.
Di tempo non ne abbiamo poco, ne sprechiamo tanto. L’uomo grande non permette che gli si porti via neanche un minuto del tempo che gli appartiene.
Dietro le società ricche ci sono grandi persone, e si sa, gli uomini di successo sono i più stupidi di tutti.
Dietro un grande uomo, spesso, c'è una grande sofferenza.
Diventerai piccolo come il tuo desiderio dominante; grande quanto la tua aspirazione dominante.
Dubita della grandezza di un uomo finché non lo vedi chinarsi sui piccoli.
Edizioni economiche di grandi libri possono essere deliziose, ma edizioni economiche di grandi uomini sono assolutamente detestabili.
Esercitati nelle piccole cose, e quindi procedi con le più grandi.
Esser soli è il destino di tutti i grandi spiriti; un destino a volte deplorato, ma tuttavia sempre scelto come il minore di due mali.
Essere disposti a buttarsi con fiducia, senza garanzie di successo. Questo è il segno distintivo della grandezza personale.
Essere grande significa essere incompreso.
Essere un grande uomo: il sogno di tutti i nani!
Essere un uomo grande e un santo per sé stesso, ecco l'unica cosa importante.
Fare grandi cose è difficile, ma comandare grandi cose è ancor più difficile.
Forse è in questa accettazione di una sorte comune, in questa capacità di essere Ognuno, che consiste la grandezza umana.
Forse è in questa accettazione di una sorte comune, in questa capacità di essere Ognuno, che consiste la grandezza umana.
Fra l'insignificante e il grandioso non c'è nemmeno la distanza di un’unghia.
Genio è colui che fa grandiosamente e con naturalezza ciò che altri soltanto con grosso impegno e studio riescono a fare modestamente.
Gli animi buoni e grandi si sforzano di trovare il bene anche nel male, mentre i mediocri e i malvagi trovano il male persino nel bene.
Gli errori di un grande spirito sono più ricchi di insegnamento della verità di uno piccolo.
Gli uomini più grandi del mondo non sono stati comunemente dei grandi studiosi, né i grandi studiosi dei grandi uomini.
Gli uomini veramente grandi mi pare che debbano provare in questo mondo una gran tristezza.
Gli uomini veramente grandi non possono dubitare di un'esistenza futura, perchè sentono in se medesimi la propria immortalità.
Grande dovrebbe essere considerato (qualunque mediocrità contenga) tutto ciò che è capace di suscitare intensa emozione nella mente o nei cuori di quelli che sono innegabilmente grandi.
Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
Grandezza umana' è un'energia non comune, unita con la dirittura, con l'intelletto agile e diretto; è incompatibile con chi mente a se stesso e indulge in meschine finzioni.
Grandi menti parlano di idee, menti mediocri parlano di fatti, menti piccole parlano di persone.
Grandi obiettivi ottengono grandi risultati. Nessun obiettivo ottiene nessun risultato o i risultati di qualcun altro.
Grandi speranze creano grandi uomini.
Guarda le piccole cose perché un giorno ti volterai e capirai che erano grandi.
Guardare ai piccoli vantaggi impedisce alle grandi opere di venire realizzate.
I buoni e i grandi cercano il bene nel male, i tristi e i mediocri cercano il male nel bene.
I cuori di grande capacità disdegnano le mezze misure.
I difetti dei grandi autori non sono in genere che la loro grandezza portata all'eccesso.
I grandi artisti non hanno patria.
I grandi pensieri ridotti in pratica diventano grandi azioni.
I grandi sono come quei mulini eretti sulle montagne, che non danno farina se non si dà loro del vento.
I grandi spiriti hanno sempre trovato la violenta opposizione delle menti mediocri. La mente mediocre è incapace di comprendere l'uomo che rifiuta d'inchinarsi ciecamente ai pregiudizi convenzionali e sceglie, invece, di esprimere le proprie opinioni con coraggio e onestà.
I grandi uomini cominciano a vivere quando muoiono.
I grandi uomini cominciano a vivere quando muoiono.
I grandi uomini intraprendono le grandi imprese perché le sanno tali; i pazzi perché le credono facili.
I grandi uomini muoiono due volte: una volta come uomini, e una volta come grandi.
I grandi uomini non possono essere comandati.
I pertinaci sono i sublimi. Chi è soltanto audace non ha che un impulso; chi è soltanto valoroso non ha che un temperamento; chi è soltanto coraggioso non ha che una virtù; l'ostinato nel vero ha la grandezza.
I pezzi grossi sono pezzi piccoli che continuano a darsi da fare.
I piccoli sbagli ci umiliano. I grandi errori fanno storia.
I più grandi spiriti fanno in sé stessi lo più grandi scoperte.
I più grandi uomini di tutti i popoli famosi nella guerra appartengono sempre e soltanto ad epoche di un'alta civiltà.
I più grandi uomini sono sempre legati al loro secolo da una debolezza.
I se sono il marchio dei falliti! Nella vita si diventa grandi nonostante.
I soli che meritano un monumento non ne hanno bisogno; quelli, cioè, che hanno eretto un monumento nelle menti e nelle memorie degli uomini.
I tempi di grande calamità e confusione sono sempre stati produttivi per le menti più grandi. L'oro più puro proviene dalla fornace più calda, e il fulmine più accecante scaturisce dalla tempesta più nera.
I tre segni di grandezza sono: generosità nel pianificare, umanità nell'esecuzione, moderazione nel successo.
I veri grandi spiriti costruiscono, come le aquile, i loro nidi a grandi altezze, nella solitudine.
I veri grandi spiriti davanti a Dio sono gli umili, Egli si manifesta più spesso e meglio attraverso la loro ingenua fede anzicchè attraverso la dottrina e gli orgogli degli uomini potenti ed elevati.
Il cammino verso la grandezza si percorre insieme agli altri.
Il carattere è più elevato dell'intelletto. Una grande anima sarà forte per vivere così come per pensare.
Il cimitero è pieno di grandi uomini di cui il mondo non poteva farne a meno.
Il compito che ci sta di fronte non è mai tanto grande quanto la forza che sta dietro a noi.
Il desiderio della grandezza è un peccato divino.
Il dolore eleva le anime veramente grandi mentre rende malvagie quelle volgari.
Il genio è consapevole della sua grandezza. E ha il buon gusto di non essere modesto.
Il grande cammina con il piccolo, il mediocre si tiene a distanza.
Il grande giocatore. La forza del grande giocatore consiste nella capacità di rimettere in gioco ogni volta tutto.
Il grande non può che camminare col piccolo, perché sa di essere più piccolo di lui. Il mediocre, invece, non può camminare col piccolo perché sa che è più grande di lui!
Il lavoro è il migliore contravveleno del dolore, è fonte di salute e di ricchezza per l'individuo, causa prima di grandezza e di prosperità per le nazioni.
Il male di vivere è forse la sola ragione per vivere, in quanto segno del progresso del pensiero e della coscienza. La grandezza dell'uomo, in fondo, sta anche nelle sue ferite.
Il migliore effetto della grandezza è di conferire a chi la osserva un occhio che ingrandisce e armonizza.
Il monumento di un grande uomo non è di granito o marmo o bronzo. Consiste nella sua bontà, le sue opere, il suo amore e la sua compassione.
Il pensiero fa la grandezza dell'uomo.
Il più grand'uomo è solamente un fanciullo che la vita ha ingannato.
Il potere tende a corrompere e il potere assoluto corrompe assolutamente. I grandi uomini sono quasi sempre uomini malvagi, anche quando esercitano influenza e non autorità.
Il prezzo della grandezza è la responsabilità.
Il primo dovere di ogni pensiero è quello di affrontare il groviglio di valori e disvalori di cui s'intesse, nella sua grandezza e nel suo cinismo, la storia. La semplificazione ottiene l'effetto opposto.
Il privilegio dei grandi è vedere le catastrofi da una terrazza.
Il privilegio dei grandi è vedere le disgrazie da una terrazza.
Il sapere e il valore concorrono entrambi a dar grandezza. Sono due grandi doti e rendono immortali: uno vale tanto quanto sa, e il sapiente può tutto. Un uomo privo di istruzione è un mondo al buio. Consiglio e forza; occhi e mani: senza valore la sapienza è sterile.
Il sistema esige la mediocrità, non la grandezza.
Il successo richiede concentrazione. È il marchio di garanzia delle persone veramente grandi. La tua capacità di concentrarti e restare concentrato o l'incapacità di farlo è la chiave determinante del tuo successo.
Il superuomo è un ideale prematuro, che presuppone l'uomo.
Il valore genera l'invidia nelle menti meschine e l'emulazione nelle anime grandi.
Io credo che la grandezza degli uomini si misuri con la grandezza dei loro sogni e con la loro capacità di realizzarli, ma ci sono sogni così grandi che fanno grande un uomo solo per essere riuscito a pensarli e per aver provato a realizzarli. Uno di quei sogni per cui vale la pena di vivere è vivere una vita che vale la pena di essere raccontata.
Io credo che la prima prova per un uomo davvero grande è la sua umiltà. Per umiltà io non intendo il dubitare delle proprie capacità. Ma alcuni grandi uomini hanno la strana sensazione che la grandezza non sia in loro, ma li attraversi. Ed essi vedono qualcosa di divino in ogni altro uomo.
Io non confondo la grandezza con la perfezione. Essere grandi è comunque... la più grande realizzazione.
Io sono il più grande, l'ho detto prima ancora di sapere che lo fossi.
L'adulazione non viene mai dalle anime grandi, è appannaggio degli spiriti piccini, che riescono a rimpicciolirsi ancor più per meglio entrare nella sfera vitale delle persone intorno a cui gravitano.
L'alba ha una sua misteriosa grandezza che si compone d'un residuo di sogno e d'un principio di pensiero.
L'ambizione s'attacca più facilmente alle anime piccole che alle grandi, come il fuoco si appicca più facilmente alla paglia e alle capanne che ai palazzi.
L'ambizione è un idolo, sulle cui ali le grandi menti vengono trasportate solo agli estremi; per essere grandi in modo sublime o per essere niente.
L'amore è l'origine, la causa e lo scopo di tutto quanto è grande, nobile e bello. Il volgo crede, secondo la mitologia, che la bellezza sia la madre dell'amore, invece è l'amore che crea la bellezza, è l'amore che dà espressione allo sguardo, grazia al corpo, fascino allo spirito, vibrazione alla voce; l'amore è il sole che fa sbocciare i fiori dell'anima; l'amore produce le nobili ambizioni, l'amore produce il genio.
L'amore è una fonte inesauribile di riflessioni: profondo come l'eternità, alto come il cielo e grande come l'universo.
L'anima si proporziona insensibilmente agli oggetti che la occupano e sono le grandi occasioni quelle che fanno grandi gli uomini.
L'entusiasmo è l'ispirazione di tutto ciò che è grande. Senza di esso nessun uomo deve essere temuto, e con esso nessuno disprezzato.
L'essenza della grandezza consiste nella capacità di scegliere la propria personale realizzazione in circostanze nelle quali altri scelgono la follia.
L'inclinazione frenetica dell'uomo per tutte le sostanze, salutari o rischiose, che esaltano la sua personalità, testimonia della sua grandezza. Perché aspira sempre a riaccendere le proprie speranze e a elevarsi verso l'infinito. Ma bisogna vedere i risultati.
L'individuo non è che schiuma sull'onda. La grandezza è un puro caso. La potenza del genio, un semplice gioco marionettistico, lotta ridicola contro la ferrea legge.
L'infelice che riesca a riempirsi il petto di un soffio di grandezza rialza la testa e smette di compatirsi.
L'infelicità dell'uomo, credo, viene dalla sua grandezza; perché v'è in lui un Infinito che non può del tutto seppellire sotto il finito.
L'intelletto non è una grandezza estensiva bensì intensiva: perciò un solo individuo può tranquillamente opporsi a diecimila, e un'assemblea di mille imbecilli non fa una persona intelligente.
L'invidia rivela la mediocrità; i grandi caratteri non conoscono che le rivalità.
L'obiettivo, che sia raggiunto o meno, rende grande la vita: Cerca di essere Shakespeare, lascia il resto al fato.
L'oblio è una seconda morte, che le anime grandi temono più della prima.
L'odio è un sentimento autolesionista. Ci toglie dignità e grandezza, è come una catena.
L'orgoglio dei piccoli consiste nel parlare sempre di sé, quello dei grandi nel non parlarne mai.
L'orgoglio è la certezza emotiva della propria grandezza. La vanità è la certezza emotiva del fatto che gli altri in noi vedono, o ci attribuiscono, tale grandezza. I due sentimenti non sono necessariamente uniti, ma per natura non sono neanche opposti. Sono diversi ma coniugabili.
L'umiltà fa i grandi uomini due volte onorabili.
L'unica grandezza per l'uomo è l'immortalità.
L'uomo che si solleva è più grande di colui che non è caduto.
L'uomo cresce secondo la grandezza del compito.
L'uomo può ingrandire la Via, non è la via che ingrandisce l'uomo.
L'uomo saggio rigetta l'eccesso, rigetta la prodigalità, rigetta la grandezza.
L'uomo veramente grande è colui che fa sentire grande ogni altro uomo.
L'uomo vorrebbe essere egoista e non può. È questo il carattere più impressionante della sua miseria e l'origine della sua grandezza.
La calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi.
La caratteristica dei grandi libri è che ogni lettore ne è l'autore.
La cosa più grande è lo spazio, perché tutto comprende.
La cosa più grande è quella che è divenuta così piccola da rendere superflua ogni grandezza.
La curiosità è, nelle menti grandi e generose, la prima passione e l'ultima.
La felicità e la forza resistono soltanto in assenza di odio. Odiare da solo è la strada che porta al disastro. Amare è la strada porta alla forza. Amare nonostante tutto è il segreto della grandezza. E può ben essere il segreto più grande dell'universo.
La felicità è tanto più grande quanto meno la si avverte.
La gloria dei grandi uomini si deve sempre commisurare ai mezzi di cui si sono serviti per raggiungerla.
La gloria e la grandezza, chimere.
La grandezza del lavoro è all'interno dell'uomo.
La grandezza dell'animo non è tanto andare in alto, e andare avanti, quanto saper tenersi al proprio posto e limitarsi.
La grandezza dell'uomo non consiste nell'essere felice, ma nell'essere consapevole, lucido.
La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca e all'insistenza con cui egli resta alla ricerca.
La grandezza dell'uomo sta in questo: che ha coscienza della propria miseria.
La grandezza dell'uomo è di essere un ponte e non uno scopo: nell'uomo si può amare che egli sia una transizione e un tramonto.
La grandezza dell'uomo è nella decisione di essere più forte della sua condizione.
La grandezza di un uomo non sta in quanta ricchezza riesce ad acquistare, ma nella sua integrità e nella sua capacità di influenzare positivamente chi gli sta intorno.
La grandezza di un uomo risiede per noi nel fatto che egli porta il suo destino come Atlante portava sulle spalle la volta celeste.
La grandezza di un uomo si dimostra da quanti stupidi gli danno addosso.
La grandezza di una leadership si fonda su qualcosa di molto primitivo: la capacità di far leva sulle emozioni.
La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
La grandezza dà celebrità ma la celebrità non è garante di grandezza.
La grandezza e l’unicità dell’uomo sono indissolubilmente associate.
La grandezza ispira l'invidia, l'invidia genera rancore, il rancore produce menzogne.
La grandezza nasce dalle ceneri del peggio. Come l'erba è più verde se sotto terra c'è un cadavere in disfacimento.
La grandezza nella vita sta nella grandezza del Sogno in cui si è deciso di credere.
La grandezza non consiste nell'essere questo o quello ma nell'essere sé stessi; e questo ciascuno lo può, se lo vuole.
La grandezza non contempla mai la facilità.
La grandezza non è nel dove stiamo, ma in quale direzione ci stiamo muovendo. Noi dobbiamo talvolta salpare con il vento in poppa e a volte contro di esso, ma doppiamo salpare e non andare alla deriva, o nemmeno restare all’ancora.
La grandezza precipita su se stessa: questo limite han posto gli dei al crescere della prosperità.
La grandezza risiede in chiunque... viene generata dal cuore, allevata nei nostri sogni, ma solitamente rimane in rianimazione dopo che i nostri amici e familiari l'hanno assassinata con le loro scuse.
La grandezza è solitaria. Si direbbe anzi che la solitudine è condizione della grandezza. Tutte le intelligenze superiori, tutte le nature superiori sono isolate, l'aquila vive sola, il leone solo.
La grandezza, di un uomo o di un popolo, non è colorita, sonora, applaudibile, rapida: è una cosa intensa, lenta; si nutre di silenzio e di tempo.
La lettura ci insegna ad accrescere il valore della vita, valore che non abbiamo saputo apprezzare e della cui grandezza solo grazie al libro ci rendiamo conto.
La megalomania è il primo passo verso la grandezza.
La mente precisa, energica e sana è quella che può cogliere ugualmente le cose grandi e le cose piccole.
La mia formula per la grandezza dell'uomo è amor fati: non volere nulla di diverso, né dietro né davanti a sé, per tutta l'eternità.
La miseria è un'invenzione degli uomini e la grandezza il normale andazzo del mondo.
La moderazione dei grandi uomini limita soltanto le loro virtù.
La politica e il fato dell'umanità vengono forgiati da uomini privi di ideali e grandezza. Gli uomini che hanno dentro di sé la grandezza non entrano in politica.
La presenza dei grandi condottieri si avverte appena.
La prima virtù degli uomini davvero grandi è che essi sono sinceri. Essi hanno sradicato l'ipocrisia dai loro cuori.
La prova principale della vera grandezza di un uomo consiste nella percezione della propria piccolezza.
La resistenza è il coronamento della qualità, e la pazienza tutta la passione dei grandi cuori.
La responsabilità è il prezzo della grandezza.
La satira è un atto sovrumano, perché ci vuole molta grandezza e molto coraggio per calpestare figuratamente la dignità umana.
La semplicità è la forma della vera grandezza.
La solitudine è il destino di tutte le grandi menti: un destino a volte deplorato, ma sempre scelto come il minore di due mali.
La storia del mondo non è altro che la biografia di grandi uomini.
La storia grande è uno spostamento piccolo nella tua vita. È la storia piccola della tua vita a essere grande.
La storia insegna che la maniera di ingannare fa il grande uomo.
La strada per la grandezza passa attraverso il silenzio.
La testimonianza d’aver scoperto alcune verità e d’aver distrutto alcuni errori, è, a mio giudizio, il miglior trofeo che la posterità possa elevare alla gloria d’un grand’uomo.
La vera grandezza consiste nell'essere grandi nelle piccole cose.
La vera grandezza non sta nell’accettazione dell’"eterno ritorno dell’uguale", cosa che, per la maggior parte della gente, sarebbe piú un dono che una condanna, ma, semmai, nell’accettazione dell’eterno addio, cioè del fatto che ogni singolo istante della nostra vita come la nostra intera esistenza è destinato a svanire per sempre senza alcuna possibilità di ripetersi.
La vera grandezza non è nell'aspettare grandi cause per muoversi, ma nel trovare degno motivo di contesa in un fuscello quando è in gioco l´onore.
La vita che si vive è un fraintendimento fluido, un’allegra media tra la grandezza che non c’è e la felicità che non può esistere.
La vita è una serie di esperienze, ciascuna delle quali ci rende più grandi, anche se è difficile rendersene conto. Perché il mondo è stato creato per sviluppare il carattere, e noi dobbiamo imparare che i rovesci e le sofferenze che sopportiamo ci aiutano nel nostro cammino.
Le armi non si devono mai impugnare per vani disegni di grandezza né per l'avidità di conquiste.
Le cose grandi vanno giudicate con animo grande, altrimenti si finisce per vedere in esse i didetti che sono in noi.
Le debolezze dello spirito umano non ingenerano che debolezza, le grandi cose hanno sempre le loro grandi cause nella natura dell'uomo, benché si producono spesso con un corteo di piccolezze, che per le menti superficiali ne offuscano la grandezza.
Le differenze di grandezza o d'intelligenza fra gli uomini, fra un genio universale e un povero diavolo, appaiono enormi, ma sono in realtà millimetriche rispetto alla morte, al dolore, alla guerra e alla incapacità anche per un genio di prevederla e impedirla, all'insonnia, alla miseria, al mal di denti.
Le filosofie valgono ciò che valgono i filosofi. Più l'uomo è grande, più è vera la filosofia.
Le grandezze e gli onori sono comunemente desiderati perché tutto quello che vi è di bello e di buono apparisce di fuora, ed è scolpito nella superficie; ma le molestie, le fatiche, e' fastidi ed e' pericoli sono nascosti e non si veggono; e' quali se apparissino come apparisce el bene, non ci sarebbe ragione nessuna da dovergli desiderare, eccetto una sola, che quanto piú gli uomini sono onorati, reveriti e adorati, tanto piú pare che si accostino e diventino quasi simili a Dio; al quale chi è quello che non volessi assomigliarsi?
Le grandi ambizioni rendono grandi gli animi.
Le grandi amicizie come i grandi amori non hanno mai degno funerale.
Le grandi anime sanno soffrire tacendo.
Le grandi cose al mondo, non sono state fatte dai saggi, dai filosofi o da coloro che riescono abilmente a solcare il mare della vita senza troppe tempeste, ma dagli uomini appassionati ed energici che le sfidano.
Le grandi cose esigono che se ne taccia o se ne parli con grandezza: con grandezza, cioè con innocenza: cinicamente.
Le grandi cose non si fanno con la forza o con la velocità o con la agilità del corpo, ma con la saggezza, con l’autorità, con il prestigio; delle quali virtù la vecchiaia di solito non solo non è priva, ma anzi ne è arricchita.
Le grandi cose sono spesso più facili di quanto si pensi.
Le grandi imprese non si compiono da sobri.
Le grandi menti devono essere pronte non solo a cogliere le opportunità, ma a crearle.
Le grandi menti sono capaci di grandi difetti come di grandi virtù.
Le grandi nature producono grandi vizi, come anche grandi virtù.
Le grandi opere (letterarie) danno l'immortalità; ma solo le piccole danno il pane, senza di cui la vita finirebbe e l'immortalità comincerebbe troppo presto.
Le grandi opere sono fatte da persone che non hanno paura di essere grandi.
Le grandi passioni sono per coloro che hanno una grande anima e i grandi avvenimenti non possono essere veduti e compresi se non da quelli che sono al loro stesso livello.
Le grandi persone hanno grandi sogni e le persone piccole hanno piccoli sogni. Se desideri cambiare chi sei, comincia a cambiare la dimensione dei tuoi sogni.
Le grandi persone parlano di idee, le persone medie parlano delle cose, e le piccole persone parlano del vino.
Le grandi verità sono porzioni dell'animo umano; le grandi anime sono porzioni di eternità.
Le menti piccole sono preoccupate dalle cose straordinarie, le menti grandi da quelle ordinarie.
Le nazioni hanno grandi uomini soltanto loro malgrado.
Le piccole menti hanno piccole preoccupazioni, le grandi menti non hanno tempo per le preoccupazioni.
Le più grandi persone sono quelle che possono dare speranza agli altri.
Le posizioni eminenti rendono i grandi uomini ancora più grandi, e i piccoli uomini ancora più piccoli.
Le vane e transitorie scene di grandezza umana non sono degne di un pensiero serio.
Le vere personalità sono quelle inventate: non c'è grandezza dove non c'è autoviolenza.
Le vette dai grandi uomini raggiunte nei fatti, non furono ottenute con improvvisi scatti, ma essi, mentre i loro compagni dormivano. Lavoravano nella notte e salivano.
Leggiamo per assaggiare la mediocrità e sentirci una schifezza; è un’esperienza che ci aiuta a riconoscere l’orrore quando comincia ad affiorare nel nostro lavoro, e a starne alla larga. Leggiamo anche per misurarci con la grandezza e il talento, per farci un’idea di tutto ciò che si può fare.
Libera è ancora per le grandi anime una libera vita. In verità, chi poco possiede, tanto meno è posseduto: sia lodata la piccola povertà!
Lo scopo dell'ambizione letteraria è di dimostrare la grandezza d'animo di una persona.
Lo spirito delle donne è così fatto: siate coraggioso, grande, generoso, onesto, se potete, sono delle qualità accessorie, qualora voi non le aveste, ciò non v'impedirà di riuscire, purché non siate ridicolo; ma se sembrate ridicolo un solo istante, siete perduto.
Miseria e grandezza di questo mondo: non offre verità ma amori. Regna l'Assurdità e l'amore si perde.
Molte volte la grandezza consiste nel saper vedere le cose piccole, proprio quelle che gli imbecilli credono cose da nulla.
Molto spesso la grandezza delle cose è solo una misura della nostra piccolezza.
Nel concerto del mondo i grandi spiriti sono solisti e le loro cadenze interrompono il ritmo uniforme della musica della vita.
Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione.
Nella disgrazia bisogna rispettare coloro che si sono rispettati nella grandezza.
Nella solitudine il miserabile sente tutta quanta la sua miseria e il grande spirito tutta la sua grandezza, ciascuno in breve sente di essere ciò che è.
Nella sua grandezza il genio disdegna le strade battute e cerca regioni ancora inesplorate.
Nella vita delle nazioni si alternano la grandezza e la mediocrità.
Nelle imprese la grandezza sta nell'avere in mente tutt’altro.
Nessun grand'uomo vive invano: la storia del mondo non è che la biografia degli uomini grandi.
Nessun grande uomo ha mai pensato veramente a sé stesso in questi termini.
Nessun grande uomo si lamenta mai della mancanza di opportunità.
Nessun uomo ha mai potuto diventare grande in nulla, se non attraverso gli ostacoli, i quali avviliscono le anime deboli, e le robuste attizzano, irritano e spingono al di sopra del livello comune, qualora vi sia speranza di superarli.
Nessun uomo è in grado di crearsi delle occasioni favorevoli solo da se stesso. Tutto ciò che hanno fatto i grandi uomini è stato di riconoscere la fortuna quando si presentava e coglierla al volo.
Nessuna cosa maggiormente dimostra la grandezza e la potenza dell’umano intelletto, nè l’altezza e nobiltà dell’uomo, che il poter l’uomo conoscere e fortemente sentire la sua piccolezza.
Nessuno diventò mai grande imitando.
Nessuno può fissare il sole mentre risplende, ma tutti lo guardano durante l'eclissi.
Nessuno può toccare la grandezza di cui pur è capace, se prima non ha la forza di vedere la sua piccolezza.
Niente di grande è stato mai realizzato, se non da coloro che hanno osato credere che qualcosa dentro di loro fosse superiore alle circostanze.
Niente fini, niente grandezza.
Noi siamo capaci di fare molti sacrifici nelle cose grandi, ma raramente siamo capaci di sacrificare le piccole.
Non c'è grandezza senza una passione per cui essere grandi, sia che sia l'aspirazione di un atleta o di un artista, uno scienziato, un genitore, o un uomo d'affari.
Non c'è mai stata una nazione che è diventata grande fino a quando non è venuta a conoscenza che non c'era nessun posto al mondo dove andare a chiedere aiuto.
Non c'è modo di essere davvero grandi a questo mondo perché siamo tutti succubi dei condizionamenti.
Non ci sono mai stati dei grand'uomini vivi. È la posterità che li crea.
Non desiderate di essere innalzati prima di essere grandi.
Non devi essere grande per iniziare, ma devi iniziare per essere grande.
Non dimenticare di portare con te il coraggio nel viaggio verso la grandezza.
Non guardare gli uomini piccoli che ti girano intorno, ma guarda l'uomo grande che è in te.
Non lamentarti se non sei ricco o potente: anche un uomo umile e solitario può diventare grande come una montagna.
Non mostra di essere veramente grande chi bada ad ogni piccolezza.
Non si diventa grandi uomini, se non si ha il coraggio d'ignorare un'infinità di cose inutili.
Non sono né le ricchezze, né la fama degli avi a rendere grandi, ma l'onestà e le capacità intellettuali.
Non sprecare più tempo a parlare di grandi anime e di come dovrebbero essere. Diventane una te stesso!
Non temere la grandezza: alcuni sono nati grandi, alcuni raggiungono la grandezza e altri hanno fede nella grandezza.
Non tutte le epoche consentono ai propri figli di godere dei risultati che li rendono grandi nelle epoche successive e non tutti i secoli sono fatti per rendere gli uomini che li vivono distinti e felici.
Non tutti gli uomini sono capaci di grandi cose, ma tutti sono sensibili alle grandi cose.
Non v'è grandezza dove non vi sono semplicità, bontà e verità.
Non voglio grandi cose dalla vita, ma piccole cose che facciano grande la mia vita.
Non è grande nessuno di quegli uomini che le ricchezze e gli onori mettono in una condizione privilegiata. E perché, allora, sembra grande? Perché lo misuri insieme al piedistallo.
Non è grande uomo chi sa molto, ma chi ha molto meditato.
Non è necessario 'aver successo' per essere grande.
Non è sufficiente essere un grande uomo, bisogna esserlo nel momento giusto.
Non è veramente grande chi, veduto da vicino, appare men grande.
Nulla ci rende così grandi come un grande dolore.
Né il genio, né la fama, né l'amore mostrano la grandezza dell'anima. Solo la gentilezza può farlo.
Offrendoci la bella illusione della grandezza umana, il tragico ci consola. Il comico è più crudele: ci rivela brutalmente l'insignificanza di tutte le cose.
Ogni chiamata è grande quando è grandemente seguita.
Ogni movimento grande e possente negli annali del mondo è il trionfo dell'entusiasmo. Senza di esso non si è mai compiuto nulla di grande.
Ogni uomo paga la sua grandezza con molte piccolezze, la sua vittoria con molte sconfitte, la sua ricchezza con molti fallimenti.
Ogni vero artista, per creare efficacemente, ha bisogno di credersi più grande di tutti i suoi compagni viventi. Ma non deve dirlo. Neanche a se stesso.
Ognuno vorrebbe esser il più grande, ma Dio non può accordare quest'onore a tutti.
Parla il deluso. Cercavo uomini grandi e trovai soltanto le scimmie del loro ideale.
Pensa come una regina. Una regina non ha paura di cadere. Il fallimento è la base di partenza verso la grandezza.
Pensa in grande. La dimensione del tuo successo è determinato dalla dimensione del tuo pensiero. Poniti dei piccoli obiettivi e aspettati delle piccole realizzazioni. Pensa a grandi obiettivi e otterrai grandi successi. Ricordati anche questo! Le grandi idee e i grandi progetti sono spesso più facili, di certo non più difficili che le piccole idee e i piccoli progetti.
Per compiere cose grandi bisogna vivere come se non si dovesse mai morire.
Per essere grande, sii intero: non esagerare e non escludere niente di te. Sii tutto in ogni cosa. Metti tanto quanto sei, nel minimo che fai.
Per essere grandi nella letteratura o per lo meno operarvi una rivoluzione sensibile bisogna, come nella politica, trovare un ambiente già predisposto e nascere al momento giusto.
Per essere veramente grande, devi stare con la gente, non sopra di essa.
Per essere veramente un grand'uomo, bisogna saper resistere anche al buon senso.
Per partire alla grande si deve toccare sempre il fondo.
Per poter giudicare delle cose grandi e nobili, bisogna possedere un'anima altrettanto grande e nobile.
Per qualcuno l'arroganza prende il posto della grandezza; la disumanità quello della fermezza; e la furberia quello dello spirito.
Per raggiungere grandi obiettivi servono grandi sogni.
Per realizzare grandi cose, non dobbiamo solo agire, ma anche sognare; non solo progettare ma anche credere.
Perché ci siano grandi poeti ci devono essere grandi pubblici.
Perfino quando l'educazione è più o meno di pari grado, la conversazione tra un grande spirito e una mente comune è come un viaggio che due uomini fanno assieme, l'uno in sella ad un focoso destriero e l'altro a piedi, un viaggio che sarà presto assai fastidioso per entrambi e che finirà per divenire impossibile.
Più grande è l'impresa più grande è l'errore.
Più grandioso è il progetto, più alta è la possibilità di fallimento.
Più un amore è grande, più grande sarà la tragedia quando finisce.
Poche grandi menti sono sufficienti a dotare l'umanità di un potere mostruoso, ma pochi grandi cuori non sono abbastanza per renderci degni di usarlo.
Pochi avranno la grandezza per raggiungere la storia, ma ciascuno di noi può agire per cambiare qualcosa nel mondo, e nell'insieme di tutte queste gesta sarà scritta la storia di questa generazione.
Pochi e grandi dolori fanno l'uomo grande, piccoli e frequenti l'impiccioliscono; un fiotto lava la pietra, una serie di gocce la trapassa. Allora si ha incominciato realmente a soffrire, quando si ha imparato a tacere il proprio dolore.
Pochi possono essere grandi, se non sono dominati dalle illusioni.
Pochi sono grandi abbastanza da poter cambiare il corso della storia. Ma ciascuno di noi può cambiare una piccola parte delle cose, e con la somma di tutte quelle azioni verrà scritta la storia di questa generazione.
Preferirei morire che non essere tra i grandi.
Profondamente nascosta dentro ciascuno di noi c'è una scintilla di grandezza, una scintilla che può essere trasformata in fiamme di passione e realizzazione. Quella scintilla non è al tuo esterno, è profondamente innata in te.
Quando i grandi di questo mondo si mettono ad amarvi, è che vogliono ridurvi in salsicce da battaglia... È il segnale... È infallibile. È con l’amore che comincia.
Quando i grandi uomini si lasciano abbattere dal perdurare delle loro sventure, mostrano che le sopportavano soltanto con la forza dell’ambizione, e non con quella dell’animo, e che, a parte una grande vanità, gli eroi son fatti come tutti gli altri uomini.
Quando imparerai a fregartene della gente, solo allora sarai grande.
Quando siamo grandi in umiltà, siamo più vicini a ciò che è grande.
Quando sui grandi della terra s'abbatte qualche grande sventura, non la si attribuisce più alla gelosia degli dèi ma alla loro giustizia.
Quanti disprezzano l’uomo si credono grandi uomini.
Quanti grandi uomini diventano piccoli allorché si mette alla prova la loro grandezza.
Quasi tutto il segreto delle anime grandi si racchiude in questa parola: perseverando.
Quel che, quasi inevitabilmente, ci rende persone ridicole è la serietà con cui trattiamo ogni volta il presente, che reca in sé una inevitabile parvenza di importanza. Solo pochissimi grandi spiriti l'hanno superata, e da ridicole sono diventate persone ridenti.
Quindi l'essere indipendenti dalla pubblica opinione è la prima condizione formale per ottenere qualcosa di grande.
Requisito essenziale per la grandezza di un artista è la sua morte.
Riconoscere la propria ignoranza, è grandezza.
Riguardo all'apprezzamento della grandezza di un uomo, vale per la grandezza spirituale la legge opposta a quella della grandezza fisica; quest'ultima viene rimpicciolita dalla lontananza, l'altra invece ne viene ingrandita.
Rispetto alla norma comune l’eroe, lo scopritore è un folle. Gli uomini più grandi sono tutti folli.
Scegli il cammino della grandezza o la via del bene; di regnare come il re dei re o di camminare solo, senza alcuna corona, senza una patria, per essere d'aiuto a tutto il mondo.
Se c'è un peccato contro la vita, è forse non tanto disperarne, quanto sperare in un'altra vita, e sottrarsi all'implacabile grandezza di questa.
Se le avversità sono grandi, l'uomo può essere più grande delle avversità.
Se si considerano a fondo le cose, l'infermità e la bruttezza accettate con altera indifferenza, anziché contraddire la grandezza, l'affermano e la provano.
Se un uomo è in grado di colmare la distanza tra la vita e la morte, se è in grado di vivere anche dopo la sua morte, allora forse è stato un grande uomo.
Se vuoi fare più grande la tua vita, devi prima rendere più grandi i tuoi pensieri, su di essa e su te stesso.
Se è vero che bisogna possibilmente pensare come uno spirito grande, bisogna invece parlare la stessa lingua che parlano gli altri. Bisogna usare parole ordinane, ma dire cose fuori dell'ordinario.
Senza l'ispirazione, che riempie l'anima di un salutare tepore, nulla di grande può mai venire realizzato.
Senza rischi non si fa nulla di grande.
Si crede un gran'uomo, ma è solo una prima donna.
So di essere di media statura, ma... non vedo giganti intorno a me.
Solo gli spiriti veramente grandi, come le aquile, hanno i nidi solo nelle vette deserte.
Solo il silenzio è grande; tutto il resto è debolezza.
Solo le grandi anime conoscono la grandezza che c'è nella carità.
Solo una grande anima osa avere uno stile semplice.
Soltanto chi non ha bisogno né di comandare né di ubbidire è davvero grande.
Soltanto i grandi uomini possono avere grandi difetti.
Sono il più grande. Non solo li metto K.O, ma scelgo anche il round.
Spesso dietro un grande uomo, c'è una grande sofferenza.
Spesso i grandi sono sconosciuti o peggio, conosciuti male.
Spesso vivere assomiglia molto a suonare un pianoforte. Ti accorgi subito di uno sbaglio come d'una nota stonata. I grandi musicisti sono quelli che sanno evitare gli stessi errori.
Tanto più grande è un uomo, tanto più si espone a essere ferito da tutti: la tranquillità è solo per i mediocri, la cui testa sparisce nella folla.
Tieni sempre conto del fatto che un grande amore e dei grandi risultati comportano un grande rischio.
Tu gli hai offerto un’occasione di mostrare grandezza di carattere ed egli non l’ha sfruttata. Non te lo perdonerà mai.
Tutte le grandi persone dicono che era nel loro destino essere grandi. Conosci te stesso, tu sei destinato ad essere grande. È codificato nel tuo DNA. Incontra il tuo "io" più grande. Esprimi il tuo "io" più grande. Soddisfa il tuo vero "io".
Tutte le sovrapposte stature dei mediocri non giungeranno mai all'altezza di un grande.
Tutti i grandi sono modesti.
Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano.
Tutti i grandi uomini del passato sono stati dei visionari, erano uomini e donne che si proiettavano nel futuro. Pensavano a quello che sarebbe potuto essere, piuttosto che a quello che già era, e poi loro stessi entravano in azione, per fare in modo che queste cose accadessero.
Tutto ciò che si è fatto di grande nel mondo, si è fatto al grido del dovere; tutto ciò che è stato fatto di miserabile, è stato fatto in nome dell'interesse.
Tutto ciò che è davvero grande e che dà ispirazione viene creato dall'individuo che può lavorare in libertà.
Un albero il cui tronco si può a malapena abbracciare nasce da un minuscolo germoglio.
Un animo forte e grande si riconosce dal disprezzo delle cose esteriori.
Un animo grande disprezza la grandezza e preferisce la moderazione agli eccessi; quella è utile e vitale, questi, invece, nocciono, proprio perché sono superflui.
Un cuore grande si riempie con molto poco.
Un gran signore è un uomo che vede il re, che parla ai ministri, che ha degli antenati, dei debiti e delle rendite.
Un grand'uomo riceve sempre l'aiuto di tutti perché ha il dono di ricavare qualcosa di buono da tutto e da tutti.
Un grande popolo non ha il diritto, ma il dovere, dell’ingratitudine.
Un grande uomo mostra la sua grandezza dal modo in cui tratta gli altri.
Un grande uomo non ha tempo di fare davvero nulla, ma solo sedersi ed essere grande.
Un grande uomo è sempre disposto ad essere piccolo.
Un piccolo uomo può fare tanto rumore, un enorme stella invece ti cammina sopra la notte in punta di piedi: per diventare qualcosa bisogna brillare, non fare rumore.
Un po' di durezza sta bene alle anime grandi.
Un retore del tempo antico diceva che il suo mestiere consisteva nel far sembrare grandi le cose piccole. È un calzolaio che sa far scarpe grosse per un piede piccolo.
Un uomo deve essere grande abbastanza da ammettere i suoi errori, intelligente abbastanza per trarne profitto, e forte abbastanza per correggerli.
Un uomo piccolo è piccolo anche nel dolore, un gigante è grande anche nella tomba.
Un uomo tanto meno e tanto più difficilmente sarà grande, quanto più sarà dominato dalla ragione.
Un vero grande uomo non può essere che umile. Egli conosce quanta pochissima parte abbia la volontà sua ne' concepimenti di lui, quanto egli debba tutto ad un incontrollabile estro che non si sa, fino ad oggi, donde venga, come esploda, perché fugga.
Un'invincibile determinazione può realizzare qualsiasi cosa e in questo sta la grande distinzione tra i grandi uomini e quelli piccoli.
Una grande città è quella che ha gli uomini e le donne più grandi.
Una grande modestia spesso nasconde un grande merito.
Una grande nave ha bisogno di acque profonde.
Una mosca può pungere un cavallo maestoso e farlo trasalire, ma quella è soltanto un insetto, e questo, pur sempre un cavallo.
Una stanza o una casa diventa sempre simile a chi vi abita. Perfino la grandezza di una stanza varia a seconda della grandezza del cuore.
Vuoi essere un grande? Comincia con l'essere piccolo. Vuoi erigere un edificio che arrivi fino al cielo? Costruisci prima le fondamenta dell'umiltà.
È assai sbagliato confrontare fra loro uomini grandi della stessa specie, per esempio, grandi poeti, grandi musicisti, filosofi, artisti, perché è quasi inevitabile che nel far ciò, almeno per un momento, si sia ingiusti. Proprio questo confronto fa sì che l'occhio colga i pregi peculiari dell'uno e trovi subito che mancano all'altro; motivo per cui quest'ultimo viene sminuito. Se poi si parte dai pregi peculiari e di tutt'altro genere che distinguono l'altro, inutilmente li si cercherà nel primo, sicché ora anche questi subisce una diminuzione parimenti immeritata.
È bello quando due esseri uguali si uniscono, ma che un uomo grande innalzi a sé chi è inferiore a lui, è divino.
È cosa di uomo grande e al di sopra degli errori umani non farsi sottrarre nulla del proprio tempo, e la sua vita è lunghissima proprio perché, qualunque fu la sua durata, è stata tutta per lui.
È criminale rubare una borsa, audace rubare una fortuna, segno di grandezza rubare una corona. Il biasimo diminuisce mentre la colpa aumenta.
È difficile essere umili quando si è grandi come lo sono io.
È difficile veder fallire i grandi uomini nelle imprese più pericolose. Alessandro, Cesare, Annibale, il grande Gustavo riuscirono sempre. Divennero uomini tanto grandi per la fortuna? No, solo perché erano grandi uomini si sono meritati la fortuna.
È facile farsi grande di una grandezza latente.
È già molto non essere corrotti dal contatto con la ricchezza; è grande chi ci vive in mezzo da povero.
È grande chi sa essere povero nella ricchezza.
È grande chi usa vasellami di argilla come se fossero di argento, ma non lo è meno chi usa l'argento come se fosse argilla; solo i deboli non sono in grado di reggere la ricchezza.
È grande essere grande, ma è più grande essere umano.
È grande soltanto chi può trascurare l'applauso della moltitudine e fare a meno del suo favore.
È grandezza d'animo sopportare con dignità i torti.
È il successo che fa il grande uomo.
È la volontà che fa l'uomo grande o piccolo.
È nel sogno che respirano le nostre anime. È nel sonno che scivola la grandezza dell'uomo.
È nella natura dell'uomo salire alla grandezza se la grandezza è ciò che ci si aspetta da lui.
È nella natura di ogni grandezza non essere esatta.
È perdonando tanto che il potente diventa ancora più grande.
È prerogativa della grandezza recare grande felicità con piccoli doni.
È stato scritto che non siamo più grandi dei nostri sogni. I sogni sono la misura del nostro carattere.
È tempo per la grandezza, non per la meschinità. È tempo per l'idealismo, non per l'ideologia. È un tempo non solo per parole pietose, ma per un'azione misericordiosa.
È una triste verità che perfino i grandi uomini hanno parenti poveri.