Passione

Aforismi

Fiume

A chi discende nello stesso fiume sopraggiungono acque sempre nuove.
Che fiume è questo mai che il mare non riesca a ricevere?
Chi non sa qual sia la via che conduce al mare, deve prendere per compagno il fiume.
Ci sono casi in cui bisogna imbrigliare le proprie forze: non è sempre lecito mutare il corso del vento, né deviare il letto dei fiumi.
Come l'acqua dei fiumi quando lotta all'estuario contro la forza del mare, il tempo nuovo e quello vecchio si scontrano, si mescolano.
Due fiumi possono avere la stessa sorgente, eppure possono essere uno limpido e l'altro torbido.
Gli uomini se ne vanno a contemplare le vette delle montagne, i flutti vasti del mare, le ampie correnti dei fiumi, l’immensità dell’oceano, il corso degli astri, e non pensano a sé stessi.
I fiumi corrono a mescolarsi nel mare: le monarchie vanno a perdersi nel dispotismo.
I fiumi lo sanno: non c'è fretta. Ci arriveremo un giorno.
I fiumi più possenti possono essere facilmente scavalcati alla loro fonte.
I fiumi sono strade che camminano, e che portano dove si vuol andare.
Il fiume più copioso non può aggiungere una goccia d'acqua a un vaso già pieno.
Il fiume è dentro di noi, il mare tutto intorno a noi.
Il tempo è come un fiume: non risale mai alla sorgente.
Il tempo è un fiume, che trascina via i ricordi leggeri, ma non ha la forza di spostare quelli pesanti. È giudice del futile e dell'importante.
Il vapore o il gas non azionano mai nulla finché sono imprigionati. Nessun fiume al mondo viene mai trasformato in luce ed energia finché non è incanalato. Nessuna vita cresce mai finché non è focalizzata, impegnata, disciplinata.
L'acqua di un fiume si adatta al cammino possibile, senza dimenticare il proprio obiettivo: il mare.
La corrente del fiume trascina altrove, e molti ne deducono con tranquillità la verità indiscutibile che è meglio essere vivi che bravi.
La fama è come un fiume, che porta a galla le cose leggere e gonfie e manda a fondo quelle pesanti e massicce.
La paura che suscita il fiume è l'insondabilità e la spaventosità dello scorrere del tempo.
La sorgente disapprovava quasi sempre l'itinerario del fiume.
Le persone sono come fiumi, più sono profonde meno rumore fanno.
Le virtù si perdono nell'interesse come i fiumi nel mare.
Nello stesso fiume scendiamo e non scendiamo; siamo e non siamo.
Non puoi sconfiggere i fiumi, se nuoti contro l'impeto dell'onda.
Più i fiumi son profondi, con minor rumore scorrono.
Quando attraversi a nuoto un fiume reale, imprevedibile e infido, se riesci a raggiungere l'altra sponda sei una persona diversa rispetto a quella che è entrata in acqua.
Se poniamo a confronto il fiume e la roccia, il fiume vince sempre non grazie alla sua forza ma alla perseveranza.
Si può deviare un fiume dal suo corso, non farlo risalire alla sorgente.
Sognare è un fiume profondo, che precipita a una lontana sorgiva, ripùllula nel mattino di verità.
Tutti a dire della rabbia del fiume in piena e nessuno della violenza degli argini che lo costringono.
Vedi pochi fiumi che nascono da grandi sorgenti: moltissimi si ingrossano raccogliendo acque.