Passione

Aforismi

Fantasia

A l'alta fantasia qui mancò possa.
Abbiamo sempre la tendenza a fantasticare sulle cose che non esistono, senza vedere le grandi lezioni che si rivelano ai nostri occhi.
Andavo di fantasia, e di ricordi, è quello che ti rimane da fare, alle volte, per salvarti, non c'è più nient'altro. Un trucco da poveri, ma funziona sempre.
Bambino, se trovi l'aquilone della tua fantasia legalo con l'intelligenza del cuore. Vedrai sorgere giardini incantati e tua madre diventerà una pianta che ti coprirà con le sue foglie. Fa delle tue mani due bianche colombe che portino la pace ovunque e l'ordine delle cose. Ma prima di imparare a scrivere guardati nell'acqua del sentimento.
Chi è normale non ha molta fantasia.
Chi è sempre se stesso, o è un uomo di carattere o è un uomo senza fantasia.
Ci sono cose per immaginare le quali occorre una grande mancanza di fantasia.
Ci sono sensazioni che non si possono spiegare, fantasie che non si possono raccontare, e in tutto questo ci siete voi.
Col progresso abbiamo distrutto l'unico strumento per combatter la noia: quel difetto squisito che si chiama fantasia.
Come quelli che si mettono in viaggio per vedere con i loro occhi una città desiderata e immaginano si possa godere, in una realtà, le delizie della fantasia.
Con la tecnica non si fa il teatro. Si fa il teatro se si ha fantasia.
Così ogni persona con le sue paure dà ali alle fantasie, e, senza nessun vero motivo di apprensione, gli uomini temono ciò che essi stessi hanno immaginato.
Diversivo. Distrazione. Fantasia. Cambiamento di moda, di cibo, amore e paesaggio. Ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo. Senza cambiamento, corpo e cervello marciscono.
Dobbiamo creare nuovi bisogni ai ricchi. Per fare questo non ci serve altra materia prima che la fantasia.
Gli ottimisti producono dei riferimenti di fiducia, facendo appello alla propria fantasia per immaginare se stessi nell'atto di fare qualcosa di diverso la prossima volta e, quindi, di riuscire.
I lettori sono personaggi immaginari creati dalla fantasia degli scrittori.
I progetti sono promesse che la fantasia fa al cuore; e il cuore non rifiuta mai questi pericolosi regali.
I sogni non sono che interludi, prodotti dalla fantasia. Quando la ragione sovrana dorme, questa imitazione si desta.
Il demonio non può nulla contro lo volontà, pochissimo sull'intelligenza e tutto sulla fantasia.
Il destino ha molta più fantasia di noi.
Il diritto è la più efficace scuola della fantasia. Mai poeta ha interpretato la natura così liberamente come un giurista la realtà.
Il fantasticare è un’evasione dal duro carcere della realtà. Naturalmente la latitanza è breve.
Il futuro è un'ipotesi, una congettura, una supposizione, cioè una non-realtà. Tutt'al più, una speranza alla quale tentiamo di dar corpo coi sogni e le fantasie.
Il genio può anticipare la stagione della maturità, ma nell'istruzione di un popolo, come in quello di un individuo, si deve esercitare la memoria prima si possano espandere i poteri della ragione e della fantasia: né l'artista può sperare di eguagliare o superare, fino a che non ha imparato ad imitare, le opere dei suoi predecessori.
Il mondo della fantasia è il mondo della realizzazione del desiderio.
Il piacere che un oggetto ci procura non si trova nell'oggetto per se medesimo. La fantasia lo abbellisce cingendolo e quasi irraggiandolo d'immagini care. Nell'oggetto insomma amiamo quel che vi mettiamo di noi.
Il potere di una fervida fantasia è la componente principale di ogni operazione di magia.
Il volto di un uomo è la sua autobiografia. Il volto di una donna è la sua opera di fantasia.
L'affidarsi alla memoria, è la volontà dell'uomo di non scomparire. E quando la conoscenza si arresta, subentrano i sensi, che alimentano la fantasia.
L'amante, il pazzo ed il poeta hanno la stessa fantasia.
L'entusiastica fantasia ha sempre marinato la scuola.
L'uomo che non ha fantasia non ha ali per volare.
L'uomo ingegnoso è sempre pieno di fantasia e l'uomo veramente dotato di immaginazione non è altro che un analista.
La coerenza è l'estremo rifugio degli uomini privi di fantasia.
La cultura dell'uomo nasce dalla nobilitazione degli istinti animali, attraverso la vergogna, la fantasia e la conoscenza.
La fantasia altro non è che memoria o dilatata o composta.
La fantasia dei poeti non conosce limiti e le loro invenzioni non rispettano nessuna verità.
La fantasia della maggioranza è oggi dominata dalla visione del benessere.
La fantasia giunge più lontano della vista.
La fantasia mette radici dove la realtà vuol morire.
La fantasia non fa castelli in aria, ma trasforma le baracche in castelli in aria.
La fantasia non saprebbe inventare tante diverse contraddizioni quante ce ne sono naturalmente ne cuore di ogni uomo.
La fantasia non è altro che un aspetto della memoria svincolato dall'ordine del tempo e dello spazio.
La fantasia priva della ragione produce mostri impossibili ed è assieme a lei che è madre delle arti e origine di meraviglie. Quando gli uomini non ascoltano il pianto della ragione, tutto muta in visione.
La fantasia può accendersi al solo udire una parola di libertà, ma la realtà è fatta di sbarre che rifiutano di aprirsi per farci volare via.
La fantasia si può paragonare al sogno di Adamo: Adamo si svegliò e scoprì che era realtà.
La fantasia umana è immensamente più povera della realtà.
La fantasia è crudele, si sovrappone alla realtà come carta velina.
La fantasia è l'occhio dell'anima.
La fantasia è la figlia diletta della libertà.
La fantasia è la più scientifica di tutte le facoltà.
La fantasia è la voce dell'audacia. Se c'è qualcosa di divino a proposito di Dio è questo. Egli ha avuto il coraggio di immaginare tutto.
La fantasia è più importante della conoscenza.
La fantasia è senz'altro inferiore alla realtà concreta, ma è meglio del ricordo.
La fantasia è tanto più robusta quanto più debole è il raziocinio.
La fantasia è un posto dove ci piove dentro.
La fantasia è un'ottima serva, ma una pessima padrona.
La fantasia è una forza della natura. Non basta questo a riempire un uomo di estasi? Fantasia, fantasia, fantasia.
La fantasia è una perpetua primavera.
La fedeltà è soprattutto mancanza di fantasia.
La filosofia sembra che si occupi solo della verità, ma forse dice solo fantasie, e la letteratura sembra che si occupi solo di fantasie, ma forse dice la verità.
La pigrizia è l'intelligente e fantasiosa madre di molte invenzioni.
La più grande amica e la più grande nemica dell'uomo è la fantasia.
La presenza sminuisce la fama, mentre la lontananza l'accresce: le qualità perdono lucentezza se si toccano troppo, mentre la fantasia giunge più lontano della vista.
La ragione e la fantasia sono religione, la ragione e l'intelletto sono scienza.
La realtà pone grandi limiti alle aspirazioni umane, mentre non pone alcun limite alla sofferenza. La fantasia e l’immaginazione sono la rivincita della mente umana nei confronti di una natura insensibile e insensata.
La realtà è il surrogato della fantasia.
La rivoluzione è sempre per tre quarti fantasia e per un quarto realtà.
La speranza è la più perfida delle umane fantasie.
La verità dev'essere necessariamente più strana della fantasia, perché la fantasia è la creazione della mente umana e quindi le è congeniale.
La verità è più strana della fantasia perché la fantasia è costretta a attenersi al probabile, la verità invece no.
Lascia sempre briglie sciolte alla fantasia, il piacere non è mai in casa nostra.
Lasciare una donna amata è segno si fantasia esaurita.
Le persone veramente frivole sono coloro che amano una volta sola nella vita. Ciò che esse chiamano lealtà o fedeltà io lo definisco abitudine al letargo o mancanza di fantasia.
Leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentimenti. È un'apertura dei sensi verso il mondo, è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste.
Molti credono che la fantasia serva solo per sfuggire alla realtà, mentre quasi sempre serve per capirla e interpretarla meglio.
Nel maestoso insieme della creazione, non vi è nulla che mi commuova così profondamente, che accarezzi il mio spirito e faccia volare insolitamente la mia fantasia come la luce dolce e svenevole della luna.
Nella vita tutto si ripete: eternamente giovane è la sola fantasia.
Noi dobbiamo attribuire la massima importanza al fatto che le fantasie che i bambini ascoltano per la prima volta debbano essere adattate nel modo più perfetto alla promozione della virtù.
Noi viviamo in un mondo di fantasie e illusioni. Il nostro compito più arduo è trovare la realtà.
Non c'è niente di più pericoloso del demone della fantasia acquattato nell'animo femminile.
Non fosse per la fantasia un uomo sarebbe tanto felice tra le braccia di una cameriera quanto tra quelle di una duchessa.
Non l'eccesso di fiducia ma la carenza di fantasia rende all'uomo così difficile credere all'infedeltà della donna amata.
Non l'intelletto, ma la fantasia, e non una qualsiasi fantasia della coscienza, ma quella che si realizza come gioco del fondamento esistenziale è l’organo che consente all’esistenza di accertarsi dell’essere.
Ognuno ha le proprie fantasie per prepararsi alla realtà.
Per capire davvero come funziona il mondo preferisco rifugiarmi nel linguaggio simbolico della fantasia.
Poiché la realtà si era rivelata una tiranna sanguinaria, chiesi asilo alla fantasia.
Quando i tempi sono cattivi, la fantasia degli uomini viene eccitata da fini lontani, ma il tentativo di realizzare quei fini contribuisce poco a rendere migliori i tempi. Utopia e rivoluzione possono apparire attraenti a coloro che sono lontani da entrambi, ma nella realtà significano quasi sempre oppressione e miseria.
Quando rifletto su di me e sui miei metodi intellettuali, mi sembra quasi che il dono della fantasia mi sia servito più della capacità di impadronirmi della conoscenza assoluta.
Quelli che si mettono in viaggio per vedere con i loro occhi una città desiderata e immaginano si possa godere, in una realtà, le delizie della fantasia.
Se uno è fortunato, una fantasia solitaria può trasformare completamente un milione di realtà.
Se vuoi fare qualcosa, o sogni di poterlo fare, inizialo! Il coraggio ha in sé il genio, la forza e la fantasia.
Sensazioni, sentimenti, intuiti, fantasie, tutte queste cose sono personali e, se non per simboli e di seconda mano, incomunicabili.
Senza denaro e senza tempo, la fantasia si riduce a un sogno passeggero che non può tradursi in azione.
Senza la fantasia, senza la capacità di sognare, senza la poesia, siamo solo degli uomini. Con la fantasia, il sogno e la poesia, possiamo invece volare o perlomeno sollevarci da terra quel tanto che basta per sentirci qualcosa in più.
Senza slanci di immaginazione e di fantasia, si perde l'eccitazione dell'avere una possibilità. Sognare, dopo tutto, è una forma di pianificazione.
Si può prendere a compagnia la fantasia, ma si deve avere a guida la ragione.
Solo la fantasia rimane sempre giovane, ciò che non è mai successo non invecchia mai.
Solo le cose della fantasia sono belle, ed è fantasia anche il ricordo.
Sono la passione e la fantasia che ci rendono eloquenti.
Tutta la creazione è fantasia e illusione. La materia è un'illusione per il pensiero. Il pensiero è un'illusione per l'intuizione. L'intuizione è un'illusione per un'idea inalterata. L'idea inalterata è un'illusione per l'esistenza.
Un senso di responsabilità sociale che vada al di là della famiglia, o al massimo della tribù, richiede fantasia, devozione, lealtà, tutte le virtù più alte che un uomo deve sviluppare autonomamente. Se gliele imporrete, finirà per rigettarle.
Viviamo in un mondo di ombre e la fantasia è un bene raro.
È chiaro che per quanto la nostra fantasia possa essere elevata, non riusciremo mai a immaginare la grandiosità di quel che ci aspetta. Quel che desideriamo sulla Terra non è che una particella in confronto a quel che il Padre nostro ci ha preparato.
È la fantasia quella che perde le battaglie.
È la miseria il prezzo che paga chi è senza fantasia!
È risaputo che chi usa la fantasia per trasgredire la legge ne preserva sempre una certa quantità per il piacere proprio e degli amici più intimi.