Passione

Aforismi

Esopo e la padrona

Esopo era al servizio di una donna bruttissima, che perdeva tutto il giorno a imbellettarsi, a mettersi addosso vesti, gioielli, oro, argento senza trovare un uomo che volesse toccarla anche solo con un dito.

- Permetti una parola?

Le domand˛.

- Dý pure.

- Penso che puoi ottenere tutto quello che vuoi se lasci perdere di agghindarti.

- Ti sembra davvero che io sia pi¨ graziosa al naturale?

- Tutt'altro; se non sarai tu a pagare, il tuo letto si riposerÓ.

- Ma non riposerÓ la tua schiena,

Rispose lei e ordin˛ di castigare lo schiavo linguacciuto.

Poco dopo un ladro rub˛ un braccialetto d'argento.
Come si disse alla donna che il braccialetto non saltava fuori, infuriata, convoca tutti e promette un sacco di botte se non diranno la veritÓ.

- Minaccia gli altri,

disse Esopo;

- me, non mi inganni, cara padrona; sono stato frustato a sangue per avere detto, or non Ŕ molto, la veritÓ.




Morale della favola

Quanto sia spesso dannoso dire la veritÓ.