Passione

Aforismi

Proverbi Greci

Ascolta chi ha quattro orecchie.
Ascolta le parole che provengono dal cuore.
Cambiare luogo non fa diventare assennati, né toglie la stupidità.
Chiedevano secchi e rifiutavano vasche.
Da chi mal se la passa, gli amici alla larga.
Dalle molte lacrime sono gli uomini valenti.
Due o tre volte le cose belle.
Favore ricevuto, gratitudine finita.
I capelli grigi sono segno di vecchiaia e non di saggezza.
I retti ragionamenti fanno più presa delle robuste mani.
Il Lido non aveva preoccupazioni, ma una volta allontanatosi se ne procurò da solo.
Il cuore che ama rimane giovane in eterno.
Il discorso è seducente, ma chi parla è inattendibile.
L'arte del ceramista è nella ciotola.
La bellezza è potente, il denaro onnipotente.
La lingua sta nell'umido.
La prova deve farla il cario e non il generale.
Lingua, dove vai? A salvare e a distruggere le città?
Ma non una seconda volta la volpe, sarà presa al laccio.
Non bisogna allevare in città un cucciolo di leone.
Non disprezzare il rozzo parlatore.
Non riguarda né il cielo, né la terra.
Non si può ragionare con la pancia vuota; non ha orecchie.
Non sottovalutare le parole di un contadino.
Porti sale, e dormi.
Se la pelle di leone non basta, mettiti quella di volpe.
Se non c'è carne, bisogna accontentarsi della sardina.
Stai cercando le pulci nella paglia.
Un amore inopportuno non è diverso dall'odio.
Un cuore che ama è sempre giovane.
Un legno torto non sarà mai dritto.
Un rovo secco non si può piegare.
Una barba vuol dire pidocchi, non cervello.
Una cosa è quel che dice Leucone, un'altra quel che porta l'asino di Leucone.
È buono anche il pane dopo il pane.