Passione

Aforismi

Proverbi Cinesi

A che ben crede nell'aiuto degli dei, gli dei provvedono.
A chi sa attendere, il tempo apre ogni porta.
A essere giovani s'impara da vecchi.
A molti pensieri seguano poche parole.
A ogni singolo filo d'erba è destinata almeno una goccia di rugiada.
A settant'anni un uomo è una candela nel vento, a ottanta brina sulle tegole del tetto.
A un albero caduto non strappare tutte le foglie, potranno servirti ancora una volta da riparo.
A una donna si perdona tutto.
A volte bontà non è che un altro nome per inutilità.
Abominevole è quell’uomo che fa cattivo uso del suo tempo.
Accada quel che accada, anche il sole del giorno peggiore tramonta.
Accumula sapere come accumuleresti ricchezze.
Acido, dolce, amaro, pungente, tutti devono essere assaggiati.
Aggrappatevi alle parole del savio e imparerete qualche cosa.
Agli occhi del savio il cuore dell'uomo è una voragine senza fondo; la voragine è formata dagli infiniti desideri.
Al corvo il canto del figlio sembra canto d'usignolo.
Alcuni dicono che la felicità bisogna cercarla lontano; altri dicono che dimora vicino, nella casa; ma la felicità perfetta è nella culla di un bimbo nato dall'amore.
All'albero velenoso della vita sono appesi due frutti dolcissimi: l'amore tumultuoso e il parlare con le belle donne.
All'uomo disonesto è molto utile il caso.
All'uomo ingordo l’oro dona breve piacere e pena. Savio è colui che, riconoscendo tutto questo, sfugge e allontana l'oro quasi fosse peste.
Allontana gli adulatori perché facilmente si mescolano con gli uomini onesti. Allontana i chiacchieroni perché rendono difficile riconoscere gli uomini onesti. Allontana i bonaccioni perché rendono difficile riconoscere gli uomini virtuosi.
Allorché ci si sposa non sono ammesse mezze misure: se vuoi un uomo, accoglilo fra le tue braccia, se non lo vuoi, gettalo in un burrone.
Ama i tuoi genitori come ameresti tua moglie e i tuoi figli.
Amare è come bere acqua salata... bevi, e la tua sete aumenterà!
Amore e luce: ecco i due testimoni della presenza degli dei.
Anche gli dèi e i geni a volte perdono la spada.
Anche il più stupido degli uomini diventa improvvisamente pronto di spirito allorché si trova nella possibilità eli criticare gli altri. Anche il più saggio perde lucidità quando si tratta di criticare se stesso.
Anche il sole, nel suo cammino, ha bisogno ogni tanto di una piccola sosta.
Anche la debole forza di una formica può smuovere la grande potenza di una montagna.
Anche le libellule vogliono essere alla pari con gli uccelli.
Anche le torri più alte hanno le loro fondamenta nel terreno.
Anche risciacquato con acqua di rose mista a incenso, l’aglio non perde il suo odore.
Anche se sei pieno di soldi, non potrai mai comperare un figlio tuo. Anche se non hai un quattrino puoi sempre sperare di sposare una donna ricca.
Anche un coniglio intrappolato è pronto a lottare.
Anche un nano, salendo di gradino in gradino una scala alta abbastanza, può giungere più in alto di un gigante.
Andare con le cortigiane vale più di ipocrite elemosine.
Andare d'accordo con il vicino fa diventare la casa più grande.
Ascolti e dimentichi, vedi e ricordi, fai e sai.
Assaggiata l'acqua, conosciuta la sorge.
Attraversa le montagne famose come leggi i libri rari, pochi passi alla volta se sei stanco, oppure fà cento miglia se te ne senti in grado. Non camminare secondo un orario, ma fermati soltanto presso ciò che dà piacere alla vista e diletta la mente.
Attraverso le lacrime gli occhi vedono bene gli dei.
Avere buoni vicini di casa è come avere una casa più grande.
Avrà sempre fama di uomo insaziabile chi non ha mai aiutato i poveri.
Basta poco per rimproverare un uomo, ma occorre molto tempo per dimenticare un rimprovero.
Bere il buon vino e corteggiare le donne è meglio che fare ipocriti esercizi di pietà.
Bevi solo con gli amici, recita poesie solo con un poeta.
Bisogna evitare le persone vili senza peraltro farsele nemiche.
Buoni genitori e una verga di bambù fanno crescere dei buoni figli.
C'è sempre un perché.
C'è sempre un poco di follia nell'amore, ma c'è sempre molta ragione nella follia.
C'è un tempo per pescare e un tempo per asciugare le reti.
Cadi sette volte, rialzati otto.
Capello di donna lega l'elefante.
Caratteristica dell’uomo stolto è cercare di essere furbo.
Cedere significa rimanere intero, venir piegato vuol dire diventare diritto, essere vuoto vuol dire farsi pieno, essere lacerato vuol dire essere rinnovato, avere bisogno vuol dire possedere, avere molto vuol dire essere confusi.
Che gli uccelli dell'ansia e della preoccupazione volino sulla vostra testa, non potete impedirlo; ma potete evitare che vi costruiscano un nido.
Che tu sia un re o un primo ministro, che tu sia un falco predatore o un timido passero, che tu sia libero di amore mistico o un pio eremita, finché non avrai conosciuto te stesso sarai solo un presuntuoso.
Chi abita in un nido conosce i venti, chi abita in una grotta conosce le piogge.
Chi ama gli altri sarà riamato.
Chi ama sale sulla scala della felicità, chi non ama resta fermo sulla soglia della sua capanna, chi odia cade nella polvere della strada.
Chi apre la porta guardando in alto saluta il ladro che entra dal basso.
Chi arriva per primo diventa principe, chi arriva per secondo soltanto ministro.
Chi cavalca una tigre ha timore di scendere.
Chi cercando la propria gioia offende creature bramose di gioia, non otterrà mai dagli dei la felicità nell'altra vita.
Chi confessa la propria ignoranza la mostra una volta, chi non la confessa, infinite.
Chi confida nella bontà degli dei ottiene prodigi in ogni momento.
Chi conosce gli altri è intelligente, chi conosce se stesso è saggio.
Chi conosce se stesso conosce anche gli altri.
Chi dimentica gli dei nella ricchezza, non li troverà nella miseria.
Chi fa a meno degli dei ha bisogno di tutti.
Chi fa del male a un mio amico fa del male anche a me.
Chi fa una promessa con leggerezza troverà difficile mantenere la parola; chi fa molte cose con leggerezza, troverà sulla vela molte difficoltà.
Chi ha abbastanza vino avrà sempre amici.
Chi ha figli non può restare a lungo povero; chi non ha figli non può restare a lungo ricco.
Chi ha molti soldi, ha altrettanti problemi; chi non ne ha, dorme tranquillo.
Chi ha nel suo cuore l'amore per una donna, non ha il tempo di odiare.
Chi ha sempre mangiato non conosce la fame, chi è ricco non conosce le difficoltà dei poveri.
Chi ha soldi ma non figli non è ricco, chi ha figli ma non soldi non può essere considerato povero.
Chi litiga con un ubriaco, offende un assente.
Chi mangia un pugno di riso in più a pranzo, ne mangia uno in meno a cena.
Chi mi adula è mio nemico; chi mi rimprovera è mio maestro.
Chi non conosce il passato e il presente della propria nazione è solo un animale in vesti di uomo.
Chi non ha apprezzato il suo maestro né la sua lezione, un giorno sarà forse colto, ma non sarà mai saggio.
Chi non ha rispetto di se stesso chiama su di sé la vergogna; chi non è in guardia contro se stesso chiama il disastro; chi non è soddisfatto di se stesso crescerà; chi non è sicuro della propria correttezza imparerà molte cose.
Chi non ricorda più il bene che gli è toccato è vecchio nell’anima.
Chi non sa piangere d'amore per la propria donna, non saprà mai piangere di gioia per la propria donna.
Chi non sa sorridere non apre bottega.
Chi non si dedica agli studi da giovane si pentirà della propria ignoranza da vecchio.
Chi non è davanti agli occhi, non è davanti al cuore.
Chi non è stato truffato almeno una volta non può diventare un mercante.
Chi onora gli dei nella malattia, in salute li dimenticherà.
Chi per caso viene in possesso di un'ingente somma di denaro sarà o molto felice o molto infelice.
Chi pianta alberi sappia che altri ne godranno l'ombra.
Chi sa di non sapere è nobile, chi vuol far credere di sapere ciò che non sa è debole di mente.
Chi sa quando è giusto fermarsi non incorre mai nei pericoli.
Chi sa, fa. Chi non sa, insegna.
Chi sforza i suoi passi non può camminare bene.
Chi si bagna nelle stesse onde non è mai bagnato dalla stessa acqua.
Chi si giustifica non gode buona reputazione.
Chi si mette in mostra non è luminoso.
Chi si regge sulla punta dei piedi non ha equilibrio stabile.
Chi si rispetta sa come farsi rispettare, chi si stima sa come farsi stimare.
Chi si ritira in un ospizio per anziani quando ha ancora vent'anni, gode della vera felicità con troppi anni di anticipo.
Chi si vanta non acquista fiducia.
Chi si vendica dovrebbe scavare due fosse.
Chi si è affaticato nel sole dell’estate, stia pure all’ombra del sole dell’inverno e si riscaldi al calore del focolare.
Chi sorseggia dal vaso cade in inganno fino a quando non scopre il suo reale contenuto.
Chi sta accanto al mandarino riceve molti onori. Chi sta vicino alle cucine riceve cibo.
Chi sveglia una tigre addormentata rischia la vita.
Chi ti fa da maestro per un giorno ti sarà padre per tutta la vita.
Chi torna da un viaggio non è mai la stessa persona che è partita.
Chi turba la vendetta degli dei, l'attira sopra di sé.
Chi va per primo segna il cammino, coloro che seguono lo percorrono.
Chi vive vicino al fiume conosce la natura dei pesci; chi dimora fra le colline sa riconoscere il cinguettio dei diversi tipi di uccelli.
Chi vuol essere temuto non deve mostrarsi debole con nessuno, salvo che con gli dei.
Chi vuole cambiare il mondo, cominci da sé stesso.
Chi vuole maneggiare l'ascia al posto del falegname finisce col tagliarsi le dita.
Chi è contento del suo non incontra sfortuna.
Chi è stato morso da un serpente teme persino l’ombra di una corda.
Chi è stato morso dal serpente anche solo una volta avrà sempre paura di camminare nell'erba alta.
Chi è superbo non primeggia tra gli uomini.
Chiamar le cose con il loro nome è l'inizio della saggezza.
Chiunque goda di qualche cosa senza prima aver ringraziato il Creatore commette una grave ingiustizia.
Ci sono molti uomini buoni sotto un cappello trasandato.
Ci sono soltanto due uomini perfetti: uno è morto e l'altro non è mai nato.
Ci vuole tutta una vita per capire che non è necessario capire tutto.
Ciò che appare bello, non è necessariamente buono.
Ciò che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.
Ciò che sostiene il piedistallo d'argilla del mondo è il respiro puro dei tuoi figli.
Ciò che è dipinto dalla natura conserva sempre i suoi colori.
Collere d'amanti, rinascita d'amore.
Coloro che nascono saggi sono simili agli dei, ma nessuno nasce saggio e perciò nessuno è simile agli dei. Saggi si diventa.
Coloro che non si scontrano mai con la propria coscienza non hanno paura di qualcuno che bussa alla loro porta nel mezzo della notte.
Coloro che non studiano nella giovinezza lo rimpiangono quando il sapere è utile; altri che parlano liberamente quando sono ubriachi lo rimpiangono quando sono sobri; quelli che non si concedono un poco di riposo nei giorni di buona salute lo rimpiangono quando sono ammalati a letto.
Colpisci te stesso prima, per capire il dolore che daresti.
Colui che biasima se stesso è a metà strada. Chi non biasima nessuno è arrivato.
Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre.
Colui che conosce gli altri è savio; ma colui che conosce se stesso è perspicace.
Colui che fa il male e ha paura di farlo sapere ancora ha un seme di bene nel suo male; colui che fa il bene ed è ansioso di farlo sapere ha una radice di male nel suo bene.
Colui che ha come unico scopo della sua vita il commercio non ha in sé la saggezza.
Colui che nasce non protetto dagli dei, anche se cadrà all'indietro si romperà il naso.
Colui che nell'animo è saldo come una roccia e non vacilla, colui che più non prova voglie per tutto ciò che le suscita, colui che non s’adira per ciò che eccita l’ira, non può più conoscere la sofferenza.
Colui che non gusta i suoi momenti felici non può, dopo tutto, essere detto fortunato.
Colui che non teme gli dei deve essere temuto dagli uomini.
Colui che non è un vero uomo non può sopportare a lungo la povertà, colui che è un vero uomo non può sopportare a lungo la ricchezza, l'uomo saggio ritiene più vantaggioso comportarsi in base ai principi della vera umanità.
Colui che onora sua madre è simile a chi accumula tesori.
Colui che più ama più spende; colui che molto accumula molto perde.
Colui che può vincere gli altri è forte, ma colui che vince se stesso è onnipotente.
Colui che si sdegna del falso pettegolezzo richiama su di sé le dicerie; colui che si compiace delle parole di lode richiama gli adulatori.
Colui che teme di rischiare la vita o con avarizia spende il denaro, non sarà mai né capo, né monarca e nonfarà grandi conquiste.
Colui che viaggia, arriva.
Colui che è di vedute ristrette non può avere un cuore molto grande; colui che è di spirito meschino e gretto certamente non può compiere né lunghi, né facili passi.
Come gli uomini ostinati sprecano i propri talenti, così il bue cocciuto la propria forza.
Come i soldi eccitano le passioni degli uomini, così i figli risvegliano i loro affetti.
Come il vento distrugge e disperde i petali dei fiori, la gelosia distrugge l'amore e disperde i petali del cuore.
Come la fiamma di un lume sale anche se capovolta, così l’uomo piegato dal destino si rialza per lottare.
Come nel mare non sconvolto dalla tempesta la superficie dell'acqua si presenta priva di increspature, così nella società non turbata dalla ricerca di ingiusti privilegi gli uomini sono tutti uguali e in pace gli uni con gli altri.
Come una casa ha bisogno di essere abitata da almeno una persona, così una persona ha bisogno di vestiti per essere dignitosa.
Come una salda rupe esposta alle tempeste, immobile sarà il cuore della donna che ama.
Con i buoni sarai buono, con i non buoni sarai buono allo scopo di renderli buoni.
Con i coltelli troppo affilati ci si taglia le dita, con troppo denaro si vive nell'infelicità.
Con il gallo o senza il gallo gli dei fanno sempre il nuovo giorno.
Con l'uomo che non crede parla di fede, con l'uomo ingiusto parla di giustizia.
Con la carta non si può avvolgere il fuoco.
Con la ragione dalla propria parte anche un figlio può correggere un padre.
Considerando i difetti di un uomo se ne conosce il carattere.
Consulta il padre quando è ancora vivo, consulta il suo esempio quando non c'è più.
Contesie e lotte turbano la pace, solo il sonno restaura una breve età dell'oro.
Cosa è mai un tamburo se nessuna mano lo suona?
Crescere un figlio vuol dire separarlo dalla madre, crescere una figlia separarla dal padre.
Curare il corpo è facile; curare lo spirito difficilissimo.
D'inverno, quando non serve l'ombra, l'albero perde le foglie.
Da come tasta il polso si vede il buon medico.
Da una piccola scintilla, un grande fuoco.
Dal tempo degli dei i corpi se ne vanno e al loro posto vengono altri corpi. A nessuno di loro è permesso portare seco i propri beni. Nessuno mai che partì è potuto ritornare indietro per prenderseli.
Dentro al bicchiere le conversazioni galleggiano lievi.
Desiderare ciò che è ritenuto peccato è la normale tendenza degli uomini. Ogni uomo ha dentro di sé ciò che è buono, ma non riesce a scoprirlo perché non riflette.
Di due frutti dello stesso ramo uno può essere dolce e l'altro aspro; di due figli della stessa madre uno può nascere intelligente e l'altro stupido.
Di tutte le trentasei alternative, scappare è la migliore.
Difficilmente riesci a farti un amico in un anno, ma puoi facilmente offenderne uno in un'ora.
Dimenticati dei favori fatti, ricordati di quelli ricevuti.
Dio ci ha dato due orecchie ed una sola bocca per ascoltare almeno il doppio di quanto diciamo.
Distruggete il dolore altrui perché fa male come il proprio.
Dividere il proprio riso e il proprio vino con un amico sincero sazia e disseta il doppio.
Dividi il lungo cammino con chi ami, evita il caldo letto con chi ti odia.
Dona del tuo e gli dei ti ripagheranno sempre e in abbondanza di ciò che hai donato.
Donna che non si concede, donna che conquista.
Dopo cinque generazioni la fama del giusto e l'infamia dell'ingiusto vengono entrambe dimenticate.
Dove passa l’aratro della tempesta si trova sempre il solco della miseria.
Due grandi piedistalli di granito reggono il mondo: l'amore e l'oro.
Dì sempre la verità, non adirarti mai, pregato dona il poco che hai. Con queste tre sole virtù si sale vicino agli dei.
E molto più facile saper fare una cosa piuttosto che farla.
E più facile colmare un pozzo senza fondo che soddisfare l'umana ambizione.
Ecco i tre tesori da possedere: il primo è l'amore, il secondo è l'astenersi dal troppo, ossia l'essere frugali, il terzo è il non essere mai il primo nel mondo.
Esistono eroi dal cuore d'acciaio e barbe di ghiaccio; ci sono donne che hanno volti di fiori e sorrisi incantevoli, ma anche un teschio può ispirare e far pensare a quanti e quali siano gli atti della commedia umana.
Essere amati dalla propria donna vuol dire avere la più grande ricchezza perché si ha la più grande felicità.
Essere uomo è facile, essere un vero uomo è difficile.
Fai un passo falso oggi e cento vite non basteranno a redimerti.
Fare quello che si vuole convincendo nello stesso tempo gli altri che facciamo quello che loro vogliono, è un'abilità rara negli uomini e comune nelle donne.
Fare soldi è come scavare una buca con un ago, spenderli è come gettare acqua nella sabbia.
Felice è colui che si stringe sul petto per una notte, o per un anno, un'amica dal volto di luna.
Felici i sordi e i ciechi: essi soli vivono realmente, non odono le parole aspre e non vedono il trionfo dei malvagi.
Figlio tu mi chiedi: cos'è l'amore? Ti rispondo: cresci e lo saprai. Figlio mi chiedi: cos'è la felicità? Ti rispondo: resta bambino, la stai vivendo ora.
Finché il mare è piano la nave va. Finché nessuno la insidia la donna sarà fedele.
Finché si ha una madre si è ben protetti; quando la si perde si rimane senza difesa.
Finita la commedia tutti ricadono inerti. Così è per gli uomini: essi attraversano la vita come può accadere in una grande commedia e i fili di essa sono maneggiati dal destino.
Fra marito e moglie non c'è litigio che possa sopravvivere una notte.
Frequentare i potenti è come dormire con una tigre.
Gli antichi saggi avevano saggezza sottile e profondo ingegno. Tanto profondo che non si riusciva a capirli.
Gli dei attendono sempre anche fuori orario l'arrivo del ritardatario.
Gli dei esaudiscono le preghiere del cuore e non quelle della bocca.
Gli dei non alzano nulla che poi non possano abbassare.
Gli dei non possono aiutare quelli che non colgono occasioni.
Gli dei provano dolore ogni volta che gli uomini soffrono.
Gli dei provvedono a tutto; ma gli uomini hanno ugualmente il libero arbitrio.
Gli dei vedono tutto, ma fingono di andare a testa bassa.
Gli innamorati si dico tante cose, senza parole.
Gli occhi dell'innamorato vedono nella fidanzata la concubina più bella dell'impero; le orecchie dell'innamorata sentono nella voce del fidanzato quella del più impavido eroe.
Gli sguardi degli dei sono come i raggi del sole che tramonta: illuminano tutte le porte.
Gli uccelli non seminano, non mietono, eppure essi vivono e si riproducono.
Gli uccelli non vedono lo sporco che c’è sul proprio uovo.
Gli uomini buoni non dicono mai la verità; essa rimane nella loro gola per non danneggiare il prossimo.
Gli uomini colti del passato studiavano per proprio piacere, gli uomini colti d'oggi studiano per il piacere altrui.
Gli uomini molto moderati aprono le ostriche con la forza della persuasione.
Gli uomini morirebbero per i soldi come gli uccelli per indigestione di riso.
Gli uomini per gli dei sono come le piantine di riso: essi prendono le migliori e lasciano le altre all'acqua putrida.
Gli uomini periscono perchè non sanno collegare il principio alla fine.
Gli uomini recitano un minimo sulla scena dell’esistenza, poi entrano nel baule del nulla.
Gli uomini restano sommersi da ciò che li circonda e con cui hanno familiarità.
Gli uomini sono come l'argilla e gli dei come i vasai.
Gli uomini sono come le montagne incappucciate di neve. Soltanto da lontano è possibile apprezzarne la giusta altezza e l'immensa bellezza.
Godere baci e abbracci all'insaputa degli altri e a danno degli altri, è come mangiare furtivi i frutti dell'orto del vicino.
Grande ricchezza ha nella propria casa colui che ha per moglie una donna saggia e virtuosa.
Grazie alla sincerità del cuore l'uomo è degno di fiducia, grazie alla semplicità del carattere l’uomo è generoso e ben di rado in errore nel giudicare gli altri.
Guardare i fiori è facile; farli crescere è molto più difficile.
Guardati dalla peste, dalla guerra e dai musi che guardano per terra.
I bravi figli non vivono di rendita sui raccolti dei genitori, le brave figlie non sempre si sposano.
I capelli bianchi non sono solo sulle teste di uomini anziani, ma anche su quelle dei giovani.
I cavalli di razza quando invecchiano non sono migliori dei cavalli da tiro.
I ciechi sanno ascoltare; i sordi hanno una vista acuta.
I confini della vostra terra cedete sempre, e non ne perderete mai la metà; la vostra via cedete ai compagni di viaggio per tutta la vita, e non perderete mai neanche un sol passo.
I corvi sono dappertutto ugualmente neri.
I falsi amici sono come quei commensali che si alzano quando la tavola è vuota.
I fiori domestici non sono fragranti come quelli selvatici, ma questi ultimi non durano quanto i primi.
I fiori innamorati sgrulla loro petali allegorico, ma l'acqua che corre e l'indifferente.
I fiori non parlano, ma profumano.
I fiumi sono strade che camminano e che portano non dove vogliamo noi, ma dove vogliono loro.
I folti rami di un albero celano i frutti più belli.
I genitori che ci mettono solamente al mondo possono essere dimenticati, coloro che invece ci crescono sono da venerarsi come i cieli.
I genitori non possono garantire la virtù dei figli.
I litigi di famiglia devono rimanere in famiglia.
I nidi delle rondini sterili sono collocati su alberi inutili.
I pensieri dei ciechi sono più affilati di un pugnale.
I piccoli mali sono le sorgenti del nostro dolore. Gli uomini non inciampano nelle montagne ma sulle pietre.
I saggi hanno scritto che sempre si troveranno uomini buoni, ma buoni e saggi mai.
I soldi adornano la casa, la virtù adorna la persona.
I soldi fanno vedere i ciechi e vendere il breviario ai preti.
I soldi nascondono deformità e bruttezza.
I soldi non possono comperare ciò che non è in vendita.
I soldi ottenuti facendo del male faranno del male a loro volta.
I soldi vanno e vengono.
I soldi, come la bellezza, portano sulla cattiva strada.
I sordi amano impicciarsi degli affari altrui, i muti adorano sparlare del loro prossimo.
I vestiti migliori sono quelli nuovi, ma fra gli amici i migliori sono i più vecchi.
Il Buddha di ognuno è il migliore.
Il bene che fai ai tuoi genitori lo riceverai nella vecchiaia dai tuoi figli.
Il cielo è dell'uomo perché è il suo mantello.
Il coraggio è come l'amore, fratello della speranza.
Il cuore dell'uomo è come il suo orgoglio: la donna lo ruba per sé in un momento di distrazione dell'uomo.
Il cuore dell'uomo è come un cavallo che corre in discesa: è facile spronarlo, ma molto difficile farlo fermare.
Il cuore di una donna è sfuggente come una goccia d'acqua su una foglia di loto.
Il denaro può comprare il sesso ma non l'Amore.
Il desiderio di un uomo spensierato cresce libero come una liana.
Il destino è come un camaleonte in cima a un albero: basta che un ragazzo fischi perchè cambi colore.
Il fanciullo lasciato ai suoi capricci sarà causa di vergogna per sua madre.
Il far bene a un povero è più caro agli dei che non l'onorare il potente.
Il ferro battuto diventa acciaio.
Il figlio saggio è la consolazione del padre, il figlio stolto è l'afflizione della madre.
Il fiore caduto dalla pianta non torna più al ramo.
Il fiore odoroso, calpestato, sparge ancora profumo.
Il fuoco, la cenere e il fumo sono come una donna senza onore: mangia e non è soddisfatta, giace e non si alza, esce e non ritorna.
Il gabbiano nasce sulle onde e là muore.
Il gentiluomo desidera essere tardo nel parlare, ma rapido nell’agire.
Il gentiluomo non loda una persona, né le affida una carica in base a quanto essa dice.
Il gobbo non vede la propria gobba.
Il grande ipocrita piange per farsi credere; le donne e i vili piangono per farsi compatire.
Il grande talento richiede molto per maturare.
Il legno marcio, anche se di sandalo, non può essere scolpito.
Il macellaio maldestro se la prende con il coltello poco affilato.
Il mascalzone è soffice come il cotone, il pazzo duro come il ferro.
Il medico è come il tetto che garantisce dalla pioggia, ma non dal fulmine.
Il miglior modo per vendicarsi di un malvagio è non assomigliargli affatto.
Il millantatore raramente è leale, il facile parlatore raramente è onesto.
Il miserabile pensa una volta, l'uomo probo pensa due volte. Nessuno di loro pensa a sufficienza.
Il momento per salvare un uomo, nonché verificarne la virtù, è nelle difficoltà.
Il montone è destinato al coltello, il guerriero prode è destinato a cadere in battaglia.
Il nobile non ascolta mai il villano.
Il passo dell'uomo leale si ode, il gatto invece scivola sul suolo.
Il passo di chi sa camminare non lascia traccia.
Il pensiero rende l'uomo più grande di una montagna.
Il pesce che non si è preso è sempre quello più grosso e l’amo è sempre quello più piccolo.
Il pesce è ingannato non dall’amo, non dalla canna, ma dall’esca.
Il piacere dell'uomo grande è poter fare felici gli altri.
Il piacere delle piccole cattiverie, ci risparmia più di una cattiva azione.
Il piccolo passero insegue il grande falco.
Il pittore sogna che sul pennello sbocci un fiore.
Il profumo dei cipressi segue il respiro del vento. Le parole d'amore dell'amata guidano il corso della vita di un uomo.
Il ramo assomiglia al tronco.
Il ricco nella caverna riceve visite, il povero anche in mezzo al mercato rimane solo.
Il ricco trova parenti anche fra gli sconosciuti; il povero trova sconosciuti anche fra i parenti.
Il riso conserva sempre l'odore della terra in cui è maturato.
Il saggio affronta maggiori pericoli tra la folla che non nella solitudine.
Il sale proviene dall’acqua, ma se si avvicina ad essa per pulirsi si scioglie e svanisce.
Il segreto per mantenere l'amore di una donna è dare tutto sé stesso ma un poco alla volta.
Il sole che tramonta è come il vecchio che non lontano dalla fine, sfolgora il suo ultimo bagliore di intelligenza.
Il sorriso di una donna riesce sempre a vendere più merce che mille parole di un uomo.
Il tempo cattivo è sempre peggiore se lo si guarda da una piccola finestra.
Il tempo è come la tua borsa: non perderla e ne avrai a sufficienza.
Il topo conosce le abitudini degli altri topi.
Il valore della salute si capisce al capezzale dell’ammalato.
Il vaso vale per ciò che può contenere.
Il vecchio cavallo conosce la strada.
Il vento supera in velocità anche chi procede con passi rapidi e saldi.
Il vero dio di un popolo è l'unione dei suoi scopi.
Il vile che teme la morte è da essa afferrato, anche se tenta con una scala di raggiungere il cielo.
Il vino per gli amanti, il miele per gli sposi.
Il vino scioglie i segreti.
Il volto degli dei è ben nascosto dietro i raggi del sole, della pioggia e delle nuvole.
In compagnia di un buon amico mille bicchieri di vino e mille parole non bastano, ma davanti a un nemico mezza frase è fin troppo.
In due posti conoscerete il vero amico: quando sarete a letto ammalati o quando sarete in prigione.
In famiglia cerca l'armonia, in un amico la sincerità.
In giovinezza siamo uomini, nella vecchiaia bambini.
In tre occasioni l'uomo rivela la sua natura: quando la sua mente cede all'ira, quando il suo corpo è piegato dal vino e quando deve mettere mano alla borsa.
In un bicchiere di vino vi è un bagaglio di poesia.
In un'aiuola di rose, anche un cardo fa la sua bella figura.
In una casa da gioco non ci sono né padri né figli.
In uno stagno silenzioso si ode anche il tuffo di una rana.
Incontrare un amico dopo tanti anni è come godersi una pioggia rinfrescante dopo un periodo di siccità.
Innanzi alla morte tutti siamo senza abiti per essere uguali agli dei.
Io sono un signore, tu sei un signore, egli è un signore, siamo dunque tutti quanti dei signori, ma il cavallo però chi lo striglia?
L'albero non cade mai al primo colpo della scure.
L'ambizione dell'uomo si protende verso l'alto dei cieli, ma l'acqua, che comprende l'ordine delle cose, scorre verso valle.
L'ambizione dell'uomo è come il serpente che, visto un elefante, se lo vorrebbe ingoiare: qualunque meta raggiunga non riesce mai a essere soddisfatta.
L'amicizia e l'amore non si chiedono come l'acqua, ma si offrono come il tè.
L'amore della donna per il suo uomo è un bene che brucia in terra e asciuga le lacrime del cielo.
L'amore inizia con gli occhi e termina con l'abitudine.
L'amore non può essere né comperato né venduto, ma l'amore chiede in cambio amore e si dona.
L'amore non si rivela e perciò è luminoso; l'amore non mena vanto e perciò la gente si fida di lui; l'amore non è orgoglioso di sé e perciò è governatore tra gli uomini; poiché l’amore non lotta, nessuno al mondo può lottare contro di lui.
L'amore porta ardue veglie, asprezze e dolori. Ma quando hai gustato l’amore ogni cosa è tua.
L'amore vuol essere lusingato e non vuole mai essere condannato.
L'amore è abbattuto non dalle tempeste, non dalla bruttezza, ma dall'ambizione.
L'amore è come la luna: se non cresce, cala!
L'amore è come una pioggerellina, cade piano piano ma fa straripare i fiumi.
L'amore è il sole di ogni uomo che illumina il suo cammino verso la casa.
L'amore è la chiave che apre tutte le porte dell'impossibile.
L'amore è un potente che come un leone afferra gli uomini, come un laccio li atterra, come una rete afferra i pesci, come un calappio ghermisce i principi, come una veste di ferro ricopre gli eroi, come una parete imprigiona i corpi.
L'amore è una pianta spontanea meravigliosa, ma non una pianta da giardino che si possa ripiantare.
L'amore è una scala sulla quale gli dei scendono fino a noi e noi ci innalziamo fino a loro.
L'amore è una stranissima creatura dolce e assurda: si nutre di fantasia e muore di sazietà.
L'amore, come le lacrime, nasce dagli occhi, arriva alle labbra e poi scende nel cuore.
L'amore, nella vita di un uomo, ha un determinato valore, ma nella vita di una donna è tutto.
L'anima dell'uomo non è un sacco da riempire, ma un fuoco da accendere.
L'apprezzare i vecchi quadri è una passione raffinata, ma la più piccola avidità di possesso ti cambia in un mercante.
L'asino può anche entrare nel tempio, ma non per questo si trasforma in monaco.
L'educazione conta per l'uomo più della nascita.
L'erba della bontà, che nasce con l'abbondanza, con la carestia diventa gramigna.
L'errore del messaggio non può ricadere sul messaggero.
L'essere uomo è motivo sufficiente di tristezza.
L'inchiostro più sbiadito è migliore della memoria migliore.
L'ingegno diventa robusto attraverso la forza personale; il carattere diventa deciso attraverso la volontà e il dolore.
L'inseguire il far niente è proprio di chi persegue il riposo e coltiva il tarlo della corruzione.
L'intelligenza protegge un solo uomo, la ricchezza e l'onore proteggono un'intera famiglia.
L'invidia è come un granello di sabbia: piccolo eppure in grado di accecare.
L'onda spazza via tutto quello che trova.
L'onore viene dalla diligenza, la ricchezza dall'economia.
L'oro convince perfino il diavolo a spingere la mola.
L'oro e l'argento sono tutto tranne che inutili, ma dopo la morte come potrai continuare a stringerli fra le mani?
L'ospitalità generosa è un'abitudine magnanima, ma quando si è circondati da individui comuni è come entrare in un mare di afflizioni.
L'uccellino saggio si sceglie con cura il ramo su cui costruisce il proprio nido... un buon capofamiglia sceglierà con cura i propri vicini di casa.
L'unione e la solidarietà degli uomini possono prosciugare i mari e abbatere le montagne.
L'unità di un popolo sa trasformare l'argilla in oro.
L'unità di una famiglia fa la sua felicità.
L'uomo che ama la violenza morirà certamente di violenza.
L'uomo che commette un errore e non lo corregge ne commette un altro ancora.
L'uomo che devia dal retto cammino assecondando la propria debolezza è un codardo. L'uomo che combatte la propria debolezza per non deviare dal retto cammino è forte e saggio.
L'uomo che disprezza le piccole gioie, ama poco anche quelle grandi.
L'uomo che fa il male e ne ha vergogna ha nell'anima la possibilità di redimersi. L'uomo che fa il bene e vuol farlo sapere a tutti ha nell'anima la possibilità di perdersi.
L'uomo che fa molto sbaglia molto; l’uomo che fa poco sbaglia poco; l’uomo che non fa niente non sbaglia mai.
L'uomo che ha sposato una buona donna sarà felice.
L'uomo che ha troppe parole, spesso non ha alcuna certezza.
L'uomo che ha un animo meraviglioso ha sempre qualche cosa di meraviglioso da dire; ma l'uomo che dice cose meravigliose non possiede necessariamente un'anima meravigliosa da trapiantare nei giardini celesti.
L'uomo che legge sa molto ma non vede niente, l'uomo che osserva sa molto di più perché può vedere assai lontano.
L'uomo che nasce è tenero e debole. Quando muore è duro e rigido.
L'uomo che non conosce la tristezza non ha mai pensieri profondi.
L'uomo che non sa sopportare le piccole perdite o i lievi svantaggi ma vuole solo grandi vantaggi, manderà spesso in rovina grandi progetti.
L'uomo che offre non dice: «Vieni a prendere».
L'uomo che profferisce parole cattive non deve aspettarsi di ricevere parole buone.
L'uomo che riesce a vedere le cose piccole, ha la vista limpida.
L'uomo che riesce a vincere le proprie abitudini rimane sempre giovane.
L'uomo che rimuove una montagna comincia col trasportare le piccole pietre.
L'uomo che ritorna su quanto ha già appreso e riesce ancora a trarne nuove conoscenze è degno di insegnare agli altri il suo sapere.
L'uomo che sa ben parlare non vale quello che sa ascoltare con attenzione.
L'uomo che sembra dignitoso e austero, ma dentro è vuoto e corrotto, è simile al ladro meschino, che entra di nascosto in una casa durante la notte attraverso un piccolo varco.
L'uomo che sia riuscito a evitare l'aggressività, l'orgoglio, il risentimento e l'ingordigia, sarà chiamato vero uomo.
L'uomo che ti appare felice spesso è più infelice di te.
L'uomo che, con o senza ira, proferisce contro un altro uomo parole cattive e irose, non si dovrà mai aspettare di ricevere in cambio buone parole e saggi consigli.
L'uomo comanda quando può, la donna ubbidisce quando vuole e quando crede di volere.
L'uomo comincia a morire nel giorno in cui nasce, ma il suo spirito vive per tre generazioni.
L'uomo dai desideri disordinati non può compiere azioni generose.
L'uomo dalla coscienza tranquilla non avrà mai paura se sentirà bussare alla porta a mezzanotte.
L'uomo di molte parole non può avere una mente ferma.
L'uomo di terz'ordine è soddisfatto solo quando pensa come tutti gli altri, l'uomo di second'ordine è soddisfatto solo quando pensa come pochi, l'uomo di prim'ordine è soddisfatto solo quando pensa come se stesso.
L'uomo dotato di coraggio fisico non può essere raffinato.
L'uomo e la donna sono sciocchi quando guardano il cielo attraverso la cruna di un ago.
L'uomo giusto vive in modo coerente la sua vita aspettando con calma la designazione di Dio, mentre la persona volgare segue strade pericolose aspettando gli incerti mutamenti della fortuna.
L'uomo mediocre è soddisfatto se pensa come tutti, l'uomo savio è soddisfatto se pensa come pochi. Il vero uomo è soddisfatto se pensa come sé stesso.
L'uomo morale non desidera niente che sia al di fuori della propria condizione.
L'uomo morale si adatta alle circostanze della vita.
L'uomo non deve avere fiducia negli amici che non si fidano di lui.
L'uomo odiato dall'uomo che tu odi è una brava persona.
L'uomo più felice è colui che può dare felicità agli altri anche con poco riso.
L'uomo povero conserva la propria dignità evitando di lamentarsi per la sua condizione; il ricco lo fa evitando di vantarsi.
L'uomo può allontanare da sé i suoi più grandi mali con il lavoro. Tienilo presente, essi sono: la noia, l'invidia, il bisogno.
L'uomo raggiunge il massimo dell'infelicità perché non sa di avere raggiunto il massimo della felicità.
L'uomo rivela se stesso quando mette mano alla borsa, quando il pensiero è offuscato dalla collera, quando alza troppo il bicchiere.
L'uomo saggio non conosce nessuna perplessità.
L'uomo saggio non ha opinioni risolute, non ha sentimenti decisi, ma guarda le opinioni e i sentimenti degli altri uomini come fossero i suoi.
L'uomo sapiente è capace di adattarsi alle sorprese della vita come l’acqua che si modella all’otre in cui è versata.
L'uomo sciocco non teme di peccare, perché non sa distinguere ciò che è bene e ciò che è male.
L'uomo si disonora con il furto, mai con il lavoro.
L'uomo superbo non primeggia tra gli uomini.
L'uomo superiore ama la propria anima. L'uomo inferiore ama solamente, e al di sopra di ogni altra cosa, la sua proprietà.
L'uomo superiore ascolta i pareri altrui anche se non è completamente d'accordo con essi. L'uomo inferiore è completamente d'accordo con l’opinione altrui, ma non è liberale nei loro riguardi.
L'uomo superiore comprende ciò che è giusto. L'uomo inferiore comprende soltanto ciò che gli sarà utile.
L'uomo superiore non dimentica mai come fu punito a causa dei suoi errori. L'uomo inferiore rammenta sempre i vantaggi che ottenne.
L'uomo superiore non fa che progredire. L'uomo inferiore non fa che peggiorare.
L'uomo superiore non tenta di criticare gli altri per colpe nelle quali cade egli stesso e non induce gli altri a vergognarsi per i loro falli.
L'uomo superiore è austero e non superbo. L'uomo inferiore è superbo, non sereno e neppure austero.
L'uomo superiore è largo di vedute nei confronti di chiunque, l'uomo inferiore è fazioso e incapace di ampie vedute.
L'uomo tranquillo diventa guida dell'universo.
L'uomo usa parole malevole non contro gli sventurati, ma contro coloro che hanno avuto fortuna.
L'uomo virtuoso è incline agli accordi, quello vizioso vuole stabilire la colpa.
L'uomo vive la sua vita solo una volta, ma la fama dell'uomo saggio dura per l'eternità.
L'uomo è il capo della famiglia, ma la donna è il collo e muove il capo dove vuole.
L'uomo è lo specchio dell'uomo.
L'uomo è un grande prodigio degli dei, l'arte è un piccolo prodigio dell'uomo.
L'uomo è una barca, la vita è la sua scia e quando scende la notte non rimane traccia.
L'usanza conduce l'uomo a molte follie. La più grande è quella di essere schiavi.
La bella donna che mette in mostra la propria bellezza e non la conserva per il marito, è come un gobbo che usa la sua imperfezione per la fortuna e la credulità degli uomini sciocchi.
La bellezza delle cose, più che l'utilità, volge l'animo dell'uomo agli dei che l'hanno creata.
La bontà di una casa non si giudica dal lusso delle sue stanze, ma dalla sua capacità di difendere gli abitanti dai rigori del clima... l'utilità di un vestito non si giudica dal suo colore, ma dal caldo che tiene a chi lo indossa... la bontà di un cibo non si giudica dal suo prezzo, ma dalla sua capacità di soddisfare l'appetito di chi lo mangia ... la virtù di una sposa non si giudica dal suo aspetto esteriore, ma dalle qualità del suo carattere.
La bontà è la giusta qualità che l'uomo deve avere in abbondanza, la giustizia è il giusto cammino che l'uomo deve seguire.
La calunnia non distrugge l'uomo onesto, poiché passata l'inondazione la pietra riappare.
La capacità di comandare non dipende dall'essere benestante, l'eleganza e la grazia non dipendono dai vestiti.
La carità verso il proprio simile è un bene ardente, la mano tesa è una corda che attira in cielo e che consola.
La castità spesso è virtù, a volte vizio.
La cerimonia è il fumo dell'amicizia.
La colpa dell'ubriachezza non sta nel vino, ma in chi lo beve.
La conoscenza che deriva dalla nostra esperienza sarà sempre incompleta e temporanea.
La coscienza è per noi la voce degli dei stessi.
La donna che ha l'amore nel cuore apre le sue mani al povero e le tende al misero: sempre sarà vestita di coraggio e di dignità.
La donna costruisce la casa, ma con uno sguardo la demolisce.
La donna fragile è la donna più forte.
La donna saggia difficilmente concede le sue guance, le sue carezze e i suoi baci. Facendo ciò, facilmente ruba il cuore dell'uomo che vuole e facilmente ne rapisce l'anima.
La donna virtuosa assomiglia alla nave del mercante di sete e pietre preziose: essa porta il suo pane da lontano, si cinge i lombi di coraggio e fortifica le sue braccia per lottare contro le tempeste.
La dottrina assomiglia a due strade. Una attraversa un grande fuoco, l'altra attraversa un grande gelo. Come comportarsi? Si scelga la via di mezzo se si vuole sopravvivere.
La fame rende squisita anche una ciotola di farina bollita.
La fede negli dei, i sogni, il vento, sono cose fallaci che danno tormento all'uomo.
La fede nella giustizia degli dei è quella che ricuce le ferite del cuore con un filo di luce.
La felicità passa come folgore sul tempo dell'uomo che è felice, l’infelicità passa invece molto lontano dall'uomo infelice e allunga il tempo del dolore.
La felicità è come un raggio di sole che qualsiasi ombra nasconde, mentre le avversità sono come le piogge di primavera.
La forza di una donna la si misura dalla sua debolezza: più è debole e più è forte.
La gelosia spegne nel cuore dell'uomo il canto della gioia del cuore della donna.
La gente esperta negli inganni non conosce il pudore.
La giustizia degli uomini è simile alla tela del ragno: il calabrone può passare ma il moscerino si impiglia.
La giustizia è la forza dei re, la furbizia è la forza della donna, l'orgoglio è la forza dei pazzi, la spada è la forza del bandito, l'umiltà è la forza dei saggi, le lacrime sono la forza del bambino, l'amore di un uomo e una donna è la forza del mondo.
La goccia d'acqua del fiume non si chiede quanto sia utile la sua esistenza. Essa è il fiume.
La grandezza dell'uomo è così visibile che la si vede anche nella sua miseria.
La guerra adopera il meglio dell’uomo per fare il peggiore dei mali.
La lealtà forgia un carattere fermo.
La lumaca cammina piano piano e scala il monte.
La luna che sorge taglia con i suoi raggi l’oscurità, come una falce d’argento miete i fiori nei campi.
La luna e l'amore, quando non crescono calano.
La luna e la donna hanno molte facce da mostrare.
La luna non si cura dell'abbaiare dei cani, ma continua a tessere argento sull’acqua.
La madre può più degli dei.
La maggior parte delle brave mogli ha pessimi mariti, e la maggior parte dei bravi mariti ha pessime mogli.
La massima cattiveria è necessaria al superuomo per essere tale.
La medesima acqua può sostenere o affondare una nave.
La molta sapienza non vuol dire grande intelletto.
La morte non è causa di dolore: il dolore è per chi muore senza beneficare il mondo.
La mosca che gioca troppo a lungo nella candela, alla fine bruciacchia le sue ali.
La pazienza è potere: con il tempo e la pazienza, il gelso si tramuta in seta.
La perseveranza è una virtù. Ma lo sforzo deve tendere verso un fine ed aver appagamento.
La persona che parte per un viaggio, non è la stessa persona che torna.
La persona irruenta non può esprimere giudizi sereni.
La pietra donata da un amico è una mela.
La pietà filiale è la più importante delle virtù, ma essa deve essere giudicata dalle intenzioni, non dalle azioni: se si dovesse giudicare dalle azioni non esisterebbero figli dotati di pietà filiale.
La polvere ammassata e portata dal vento può formare una montagna.
La porta meglio chiusa, è quella che si può lasciare aperta.
La povertà distrugge i legami.
La povertà non è un disonore: il disonore è nella povertà senza ambizione.
La povertà è la madre dei reati.
La preghiera volta agli dei sia la chiave del nuovo giorno, e la serratura della notte.
La presunzione è come la casa del nuovo ricco che luccica solo per gli stolti.
La presunzione è un dono degli dei agli uomini da poco.
La rana non ha piacere di far sapere di essere stata un girino.
La regola del cielo è la perfezione. La regola dell'uomo è la ricerca della perfezione.
La ricchezza dei campi è nelle braccia del contadino, la ricchezza della casa è nelle braccia della donna virtuosa e saggia, la ricchezza di un uomo è nell'ubbidienza e nell'amore dei figli.
La ricchezza e l'onore hanno le loro radici e l'intelligenza ha il suo seme.
La ricchezza ottenuta con il furto è come neve innaffiata d'acqua calda; le terre ottenute con l'inganno sono come la sabbia nel mezzo di un ruscello.
La rosa tra le oscure foglie di un giardino incolto è come la speranza tra le sofferenze.
La rovina di un uomo nasce con la sua lingua. Prendi cura di non nuocere a te stesso e agli altri con essa e per questo chiedi a lei il silenzio.
La saggezza è come il ciliegio in fiore: rallegra l'anima del poeta.
La sorte domina i mortali. Nessuno ha una vita propria nella vita.
La strada dell'amore comincia dagli occhi e finisce nella noia.
La terra che produce oro e argento non è buona per nessun lavoro del contadino.
La torcia della saggezza splende chiara e vivida finché non è guardata da due begli occhi: allora prontamente si spegne.
La truffa è necessaria al buon mercante quanto la lucidatura al vasellame di scarsa qualità.
La vera ricchezza sono i figli.
La vita dell'uomo non dura più di cent'anni, ma le sue tribolazioni sono sufficienti per mille.
La vita è come una cipolla: se ne stacca un pezzo alla volta e ogni tanto si piange per le sue emanazioni.
La vita, dell'uomo è rovinata dal parlare molto e dal sapere poco, dallo spendere molto e dall'avere poco, dal presumere molto e dal valere poco, dal mangiare molto e dal bere moltissimo.
La vittoria ha cento padri, ma la sconfitta è orfana.
Lasciando il pesce in una scodella con l’acqua non credere di avergli dato la vita.
Le cime più alte degli alberi vengono raggiunte dagli animali più intelligenti, le aquile, e dagli animali che strisciano, i serpenti.
Le cose del cielo sono viste solamente da chi chiude gli occhi e crede in esse.
Le donne belle non hanno bisogno del trucco per essere belle.
Le gioie sono il carro dell'uomo, i dolori gli speroni per il suo cavallo.
Le grandi anime hanno volontà, le deboli solo desideri.
Le lacrime dei buoni non cadono in terra, ma in cielo in grembo agli dei.
Le magie, le false dottrine e le donne sono le catene dell'uomo.
Le malattie si possono curare, il destino no.
Le male erbe non vanno tagliate ma sdradicate.
Le medicine possono curare le malattie immaginarie, ma il vino nulla può contro una vera infelicità.
Le mogli brutte e le figlie stupide sono tesori inestimabili.
Le parole degli ubriachi si perdono nel vento.
Le parole per essere belle devono essere come le perle, rare e preziose.
Le parole sincere non fanno piacere, le parole che suonano soavi non sono sincere.
Le più vertiginose altezze celestiali non sono poi così alte in paragone a ciò cui aspira l'animo dell'uomo.
Le ragazze oneste sono spesso sfortunate, i ragazzi intelligenti spesso non sono belli.
Le stagioni non si inchinano davanti a nessuno, nemmeno davanti all’imperatore.
Le stelle sono in cielo per ricordare ai mortali quale sia la loro meta.
Lo Stato è come un secchio, il popolo come l'acqua: la natura di quest'ultima è di prendere la forma del secchio.
Lo sciocco ha mille certezze, il saggio non ne ha alcuna.
Lo stolto dà subito a vedere la sua rabbia; l’uomo accorto dissimula l’ingiuria.
Lo stolto ha il cuore in bocca, l’accorto la lingua nel cuore.
Lo studioso è il tesoro del proprio paese.
Mai corno di lepre e pelo di tartaruga.
Mangiare è uno dei quattro scopi della vita... quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo.
Meglio botta sotto albero verde che nessuna botta sotto albero secco.
Meglio camminare con chi si ama che riposare con chi si odia.
Meglio morire con dieci anni di anticipo che vivere una vecchiaia di stenti.
Meglio un giorno senza riso che un giorno senza the.
Meglio vivere con un solo compagno ed essere senza paura e libero, piuttosto che servire in compagnia di molti.
Meno si è intelligenti e più si è felici.
Mentre conti le stelle, l’oscurità più fitta ti circonda.
Mille amici sono troppo pochi, un nemico è già ,molto.
Muore giovane colui che è amato dagli dei.
Negare l'esistenza degli dei è come saltare un fosso a occhi bendati.
Nei momenti di vanità soddisfatta si dicono parole non sincere, nei momenti di ira accesa si dicono parole che offendono la cortesia; ecco perché le parole spesso devono essere dimenticate.
Nel corso della sua vita l'uomo non conosce il proprio spirito; dopo morto, dimentica il proprio corpo.
Nel folto della giungla possono essere celate splendide orchidee, sotto un tetto di paglia un futuro monarca.
Nel libro degli dei sono scritti ogni lacrima e ogni sorriso.
Nel mangiare e nel vestire non infrangere le regole.
Nell'animo di ogni uomo, gli dèi hanno creato cielo e terra in miniatura.
Nell'universo tutto è uguale all'universo.
Nella bocca della serpe e nel pungiglione della vespa non troverai veleno altrettanto micidiale di quello che può celarsi nel cuore dell'uomo.
Nella casa della formica, la rugiada è un'inondazione.
Nella casa di una famiglia felice, semplici stoviglie di ceramica risplendono più della giada.
Nella più affollata strada del centro la casa del povero è sempre solitaria; nel più desolato picco della montagna la casa del ricco è sempre piena di amici.
Nella vita non vi è alcun veleno di serpente che superi, o eguagli, la lingua della donna tradita in amore.
Nelle lontane locande di provincia, le donne facili comandano i generali.
Nemmeno il più saggio dei giudici sa giudicare un litigio fra parenti.
Neppure una pioggia di monete d'oro soddisferebbe i desideri degli uomini felici, noi che viviamo perché nulla possediamo e ci nutriamo di gioia come gli dei.
Nessun cuore di questo mondo è capace di amare e di odiare come vuole, ma come può.
Nessun uomo può essere felice se non ha stima di se stesso.
Nessuna pentola bolle senza il fuoco dell'amore della donna e senza la ventola che lo attiva.
Nessuno ha più bisogno di un sorriso di colui che non ha più niente da offrire.
Nessuno è re nel lungo viaggio verso il regno degli dei. Davanti alla morte tutti gli uomini sono uguali.
Non accendere un falso fuoco davanti a un vero Dio. Guarda al di sopra di te stesso e ringrazia gli dei della fortuna che ti è data.
Non adulare nessuno perché l'adulazione è aborrita dagli dei; non parlare in modo diverso da come vorrebbe il tuo cuore, altrimenti nessuno dei tuoi progetti avrà felice esito e sarai incolpato al cospetto della folla.
Non aprire il tuo cuore al taciturno accigliato, frena la tua lingua con il garrulo sciocco.
Non atterrire il popolo perché gli dei comandano che esso sia lasciato in pace.
Non basta un giorno di freddo per gelare un fiume profondo.
Non c'è altezza che non abbia al di sopra di sé qualcosa di più alto.
Non c'è gioia più grande che trovare nuovi amici, non c'è dolore più grande che separarsi dai vecchi amici.
Non c'è nulla come un vestito nuovo, nulla come un uomo anziano.
Non chiedere mai alla lumaca la ragione della sua bava.
Non ci sono virtù pari alla lealtà e all'amore filiale, non ci sono lavori pari allo studio e all'agricoltura.
Non contare sul silenzio delle valli, perché gli dei sono al di sopra delle montagne.
Non dire "non ho mai peccato". È una questione che riguarda solo gli dei ed essi vi metteranno il loro sigillo.
Non disprezzare il fioco lumicino acceso dagli dei sulla soglia della tua casa: attendendo il mattino ti potrà servire.
Non essere facile, o piccolo uomo, nel biasimare l'azione del tuo prossimo, solo gli dei possono condannarlo.
Non essere freddo con un parente per un piccolo litigio, non dimenticare una cortesia di vecchia data per una disputa recente.
Non fare che nessuno versi lacrime per te, gli dei le contano sempre a una a una.
Non fare prendere una professione al proprio figlio è come insegnargli il vuoto.
Non farti turbare dai mutamenti, accogli i cambiamenti come una nuova possibilità.
Non gettare terra nel pozzo che ti ha dato l’acqua per dissetarti; non disprezzare la porta della casa che chiudi alle tue spalle con i piedi.
Non giudicare la tua donna: più la giudichi e meno l'ami.
Non importa che un gatto sia bianco o bigio, purché serva ad acchiappare i topi.
Non importa la quantità di cose che si imparano ma la loro qualità.
Non indossare abiti di foglie quando vai a spegnere il fuoco.
Non lasciare la mucca a custodire l’erba del prato.
Non lodare la luce del giorno fino a quando non avrai conosciuto il buio della notte.
Non maltrattare gli anziani, se vuoi essere trattato gentilmente quando lo sarai tu.
Non parlare del tuo successo personale a uno che non è riuscito e non dimenticare i tuoi fallimenti nel momento del successo.
Non si parli dei propri successi a chi non è riuscito. Non si dimentichino mai le sofferenze e i fallimenti quando si arriva al successo.
Non si può mai bere tutto il vino che c'è in vendita.
Non si può mutare la natura di un uomo mutandolo d'abito.
Non si può pulire la gemma senza smeriglio, né perfezionare l'uomo senza metterlo alla prova.
Non si può tirar fuori avorio dalla bocca di un topo.
Non siate ingordi di avventure se non sapete affrontare le sventure.
Non solo per me il sole, ma anche per i peggiori di me.
Non temere se il tuo cavallo scappa. Se ti appartiene ritornerà. E se non tornerà, è perché non è mai stato tuo.
Non ti fidare del fuoco d'amore semispento, perché anche un sospiro può riattivarlo.
Non tirare la coda al gatto, potresti trovare i denti di una tigre.
Non usare un'accetta per togliere una mosca dalla fronte del tuo amico.
Non vi è niente di più debole dell’acqua, ma nulla le è superiore nel vincere il forte. Ecco perchè non può essere sostituita.
Non vi è più grande catastrofe del sottovalutare il nemico.
Non vi è spada contro la simpatia affettuosa.
Non è possibile applaudire con una mano sola.
Nonostante tu possa estendere i tuoi campi all'infinito, non potrai mai mangiare più di tanto riso al giorno; e nonostante possa rendere la tua casa grande come un castello, quando ti sdraierai non occuperai più spazio di prima.
Nulla è più desiderabile di una giovane vedova.
Nè da un morto ci si deve aspettare un discorso, né da un avaro un beneficio.
Ogni albero dà la sua ombra a chi gliela chiede.
Ogni bocciolo di rosa, speranza dei fiori, si schiude solo con il consenso degli dei.
Ogni contrario ha un suo contrario.
Ogni fortuna, ogni desiderio sono nulli se non incominciano e non finiscono con il pensiero agli dei.
Ogni gioia è destinata a chi è in cuore contento: per chi porta sempre il copricapo, il cielo è fatto d’ombra.
Ogni goccia d'acqua bagna e nutre ogni filo d'erba.
Ogni paese ha le sue leggi, ogni famiglia le sue regole.
Ogni pena è uno scalino del palazzo degli dei.
Ogni uomo è schiavo della vanità.
Padrone felice, gatto felice. Padrone indifferente, gatto scontento.
Paragonata a quella dei saggi, la sapienza di un uomo comune è poca, ma paragonata a quella di uomini mediocri è molta.
Parlare bene non vuol dire essere buoni, fare del bene sì.
Parlare per via di quel che si è inteso per strada, significa lasciar perdere la virtù.
Parole adorne confondono la virtù. L'impazienza nelle piccole cose confonde i grandi piani.
Pensa molto, ma il tuo pensiero non deve uscire dalla tua bocca.
Per chi ha amici in ogni luogo, ogni luogo è piacevole.
Per chi è assetato, una sola goccia d'acqua è rinfrescante come la rugiada del mattino, ma per chi è già ubriaco un'intera bottiglia di vino è meno di niente.
Per costruire un impero l'uomo impiega cent'anni; per distruggerlo gli basta un giorno.
Per estirpare un albero si deve iniziare recidendone le radici.
Per il cavallo pigro il carro è sempre pesante anche se vuoto.
Per il gatto e per il topo non vi saranno punti d’incontro.
Per imparare ciò che è virtuoso mille giorni non sono abbastanza, per imparare ciò che è malvagio un giorno solo è più che sufficiente.
Per l'uomo saggio è preferibile avere molto ingegno e pochi onori.
Per l'uomo è facile sbagliare; per gli dei è facile ricondurlo sul retto cammino.
Per la donna saggia il disonore è più gravoso che non il supplizio della tomba; per la donna sciocca il disonore è come un soffio di vento in primavera: esso passa, sfiora e sparisce senza lasciare alcuna traccia.
Per la dura carne del lupo servono solamente le zanne del cane.
Per quanto forte batta il martello sull’incudine, è sempre l’incudine che dura di più. Al martello si può spezzare il manico.
Per quanto lunga sia la veste della tua vita non supererà la statura della tua speranza.
Per quanto possano essere profondi gli abissi in cui nuotano, i pesci possono pur sempre essere pescati e per quanto alti volino nei cieli, gli uccelli possono pur sempre essere colpiti. Ma quello che si cela nel profondo dell'animo umano è inafferrabile.
Per quanto sia grande il mondo e diverse siano le genti, a tutti piacciono il sale e l'argento.
Per quanto un albero possa diventare alto, le sue foglie, cadendo, ritorneranno sempre alle radici.
Per te cerca il silenzio, per gli altri cerca il silenzio: anche gli altri rispetteranno il silenzio per te nonostante il continuo gracidare dei corvi.
Per trent'anni sono andato in cerca degli dei; quando alla fine ho aperto gli occhi ho scoperto che erano loro a cercare me.
Per un uomo ignorante la sua ignoranza è proprietà privata. Non violarla, essa è tanto preziosa ai suoi occhi quanto è preziosa la sua famiglia.
Per un uomo senza vergogna tutto è propizio.
Percepiamo il mondo attraverso i nostri sensi, ma lo conosciamo dopo l'elaborazione delle nostre menti.
Perdonare il nemico non è cosa da spiriti deboli.
Più lontano si cerca il sapere e meno lo si apprende, perciò l’uomo saggio sa senza correre in giro, capisce senza vedere, compie senza agire.
Più si ha coscienza, meno si è ricchi; meno si ha coscienza e più si è ricchi.
Più si mangia e meno si sentono i sapori, meno si mangia e più si sentono i sapori.
Possiamo scegliere quello che vogliamo seminare, ma siamo obbligati a mietere quello che abbiamo piantato.
Prima ogni cosa era degli dei: poi gli dei l'hanno prestata agli uomini.
Prima pensa a mangiare, poi a vestirti.
Puoi accompagnare un amico sulla sua strada per migliaia di miglia, ma è inevitabile che un giorno le vostre strade si separino.
Puoi disegnare la pelle di una tigre, ma non le sue ossa. Puoi disegnare il viso di un uomo, ma non il suo cuore.
Può importarci poco degli uomini, ma abbiamo bisogno di un amico.
Quale gatto non caccia i topi?
Qualunque cibo soddisfi la fame è un ottimo cibo.
Quando al mattino il gallo canta ho fame, se canta anche a mezzogiorno il mio stomaco è vuoto.
Quando arriva il freddo inverno si notano gli alberi che non perdono le foglie.
Quando c'è abbastanza fuoco la testa del maiale cuoce bene, quando ci sono abbastanza soldi si fanno buoni affari.
Quando fai piani per un anno, semini grano. Se fai piani per un decennio, pianti alberi. Se fai piani per la vita, formi ed educhi le persone.
Quando fai una cosa, agisci sempre in modo da non dare ai tuoi nemici motivo di gioia.
Quando gli dei creano il verme nel fango, creano contemporaneamente il suo cibo.
Quando gli uomini sono amici, anche l'acqua è dolce.
Quando il bue non vuole l’aratro non serve frustare.
Quando il dito indica la luna lo stolto guarda il dito.
Quando il sole nasce trova una corte di adulatori; quando muore trova dei veri amici che lo ammirano.
Quando l'airone e il mollusco litigarono, il vantaggio fu del pescatore.
Quando l'uomo forte, coraggioso e armato protegge i suoi beni e la sua famiglia, quello che possiede rimane nella pace.
Quando l'uomo ha esaurito le menzogne ritrova la verità nel nuovo sacco.
Quando l'uomo soffre deve avere pazienza e sperare, perché il giorno nasce sempre dopo la notte.
Quando la gente è in salute il medico si ammala.
Quando punti il dito per condannare, tre dita rimangono puntate verso di te.
Quando su un muro c'è una crepa, è meglio abbatterlo il più presto possibile.
Quando un cane comincia ad abbaiare contro qualcosa, altri cento lo imitano.
Quando un padre e un figlio vanno d'accordo, la famiglia non si sgretola, quando i fratelli vanno d'accordo la famiglia non si separa.
Quando un principe ordina a un suo ministro di morire, questi lo fa senza esitare.
Quando una donna ha indole di bambina e istinto materno sarà una buona moglie.
Quando una famiglia litiga troppo ad alta voce, i vicini di casa se la ridono.
Quando una famiglia è affamata, cento famiglie devono unirsi per aiutarla.
Quando una freccia è incoccata sull'arco, prima o poi bisogna scoccarla.
Quando una nave ha aperto la strada, per le barche è più facile seguirla.
Quando una pecora è alla guida, le altre la seguono.
Quando una spada ben affilata è sospesa sulla sua testa, l'uomo si ricorda degli dei.
Quando vivono a lungo insieme gli animali finiscono per amarsi, gli uomini per odiarsi.
Quelli che non risparmiano in tempi di abbondanza rimpiangono di non averlo fatto nei tempi di necessità.
Rendere felice una famiglia è difficile quanto scavare una buca nell'argilla servendosi di uno spillo.
Ricambia una goccia d'acqua con lo zampillo di una fontana.
Ricopri il tuo tetto prima dell’arrivo dell’inverno, scava il pozzo prima dell’arrivo dell’estate.
Ricorda sempre di non bere mai più di quanto tu possa caricarti sulle spalle.
Rispettate gli spiriti celesti e terrestri, ma teneteli lontani.
Ritiratevi quando il vostro lavoro è compiuto: questa è la vita del cielo.
Sarebbe meglio se i guerrieri non avessero un aspetto truce, se gli studiosi non avessero un'aria saccente, se i prigionieri delle montagne non avessero l'odore delle nebbie e se i monaci non avessero odore di incenso e altari.
Schiaccia la testa del serpente con la mano del tuo nemico: in qualunque modo vada ne avrai uno di meno.
Se ami i tuoi figli non risparmiare il bastone, se li odi riempili di dolci.
Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco.
Se aspiri a un buon pasto siediti alla tavola di un burocrate.
Se c'è un rimedio, perché te la prendi? E se non c'è un rimedio, perché te la prendi?
Se cerchi quel che non devi, trovi quel che non vuoi.
Se disegni male una tigre, questa assomiglierà a un cane.
Se fai affari con un funzionario di Stato finirai in miseria, se li fai con un mercante diventerai ricco, se li fai con dei preti buddisti ti chiederanno un'offerta.
Se gli dei fossero solamente giustizia il loro regno sarebbe vuoto.
Se gli occhi non vedono, lo stomaco non soffre.
Se hai fame non essere schizzinoso con il cibo che ti viene offerto; se hai freddo non esserlo con gli abiti che ti vengono regalati.
Se hai un figlio virtuoso non hai bisogno di avere troppi soldi, perché il figlio ti basta; se tuo figlio è un mascalzone, perché preoccuparsi di dargli dei soldi?
Se i vecchi ti dicono demolisci e i giovani ti dicono ricostruisci, demolisci e non costruire perché il demolire dei vecchi è costruire, e il costruire dei giovani è demolire.
Se il cuore dell'uomo contiene la perla dell’amore, impari dall'ostrica a tenerlo ben chiuso.
Se il destino lo vuole, sebbene separati da mille chilometri, ci si incontra; se il destino non lo vuole, non ci si incontrerà mai.
Se il fiore è buono anche il frutto lo sarà.
Se l'uomo non è un vero uomo a che gli giova la musica?
Se l'uomo è puro da ogni colpa, l’abito che indossa è sempre bello.
Se la corda è lunga l'aquilone volerà in alto.
Se le vostre parole non sono migliori del silenzio, dovreste restare zitti.
Se nel fiume non ci sono più pesci, il prezzo dei gamberi cresce.
Se non esistessero gli stupidi non si distinguerebbero i saggi.
Se non hai letto da tre giorni un libro le tue parole diventano scialbe.
Se non sai correggerti, come puoi pretendere di correggere gli altri?
Se non scali la montagna non potrai avere una visione chiara della pianura.
Se percorrerai la strada creata ogni giorno con le tue mani, arriverai alla meta.
Se possiamo davvero dare a noi stessi ricchezza e miseria, allora Dio non ha poteri; se la nostra felicità e i nostri disinganni dipendono da quello che gli altri dicono di noi, allora sono i pettegolezzi a fare il mondo.
Se potessimo pesare l'opera degli dei, tutti i destini ci sarebbero cari e ben accetti.
Se sei in viaggio, non preoccuparti della distanza, ma della meta... se ti siedi a un banchetto, non guardare alla quantità, ma alla qualità dei piatti che ti vengono serviti.
Se sei ricco fai colazione quando vuoi, se sei povero quando puoi.
Se si ama una cosa e la si vede con gli occhi del cuore, si dimenticherà la sua bruttezza.
Se si vuole cogliere una rosa dal lungo gambo, non si devono temere le spine.
Se ti dicono che un uomo si è arricchito, non crederci; se ti dicono che un uomo è ridotto alla miseria credici, perché le disgrazie degli altri suscitano verità.
Se ti manca un cuore da guerriero, non avrai mai un esercito.
Se ti umili e dai retta ad un savio, il tuo contegno sarà approvato da Dio.
Se tu mi dai una moneta e io ti do una moneta, ciascuno di noi se ne andrà via con una moneta. Se tu mi dai un'idea e io ti do un'altra idea, ciascuno di noi se ne andrà via con due idee.
Se tu mi paghi come dici tu, io lavoro come dico io. Se tu mi paghi come dico io, io lavoro come dici tu.
Se un giorno decidessi di morire non farlo perché c'è qualcuno che vive dei tuoi sorrisi.
Se un uomo vince in battaglia mille guerrieri e un altro uomo vince solo se stesso, è quest’ultimo il più forte.
Se un uomo, guardando il suo cuore, non è sincero con se stesso, non sarà neppure affezionato ai propri genitori e non avrà fiducia negli altri uomini.
Se uno non considera quel che è lontano, soffrirà da quel che è vicino.
Se vai con lo zoppo impari a zoppicare.
Se viaggi in barca, preparati a bagnarti.
Se vivo con la porta chiusa e impigrisco, mi unisco ai volumi ammuffiti.
Se vuoi essere un uomo buono chiedi consiglio a tre uomini anziani.
Se vuoi il bene per i tuoi figli fagli patire un po' di freddo e fame.
Se vuoi sapere la verità a proposito di qualcuno, vai a chiedere a quelli che vivono nel suo stesso palazzo.
Se vuoi sempre essere sazio evita di pensare troppo a mangiare e, così facendo, di uccidere le creature della natura senza ritegno.
Se vuoi smettere di bere osserva attentamente, da sobrio, il comportamento di un ubriaco.
Se vuoi vivere cent'anni, non eccedere mai nel vestire e nel mangiare.
Sedendovi a una tavola invitate al vostro posto qualche povero: dopo la morte, in cielo sarete messi su di un gradino più in alto.
Semina pensieri e mieterai azioni, semina azioni e mieterai abitudini, semina abitudini e mieterai un destino.
Sentire un gatto che starnutisce è di buon auspicio.
Senza un buono specchio una donna non può conoscere il suo vero aspetto, così come senza un vero amico un uomo non può conoscere i propri errori.
Sforzatevi di capire i gatti, così capirete le donne.
Si deve tener saldo e ben custodito il nostro cuore: se lo si lascia andare può perdere la testa.
Si dividono gioie e dolori.
Si può disegnare il corpo di una tigre, ma non le sue ossa; si può conoscere il volto di un uomo, ma non il suo cuore.
Si può essere vecchi e conservare giovane il cuore; si può essere poveri e mantenere un animo nobile.
Si può gareggiare in felicità con gli dei solamente quando si possiedono pane e acqua.
Si può uccidere il comandante di un grande esercito, ma non si potrà mai uccidere l'ambizione dell'uomo comune.
Si stia pure coi nobili ed i gentiluomini senza comunque dire sempre sì.
Si succedono le stagioni, il sole alla luna, la semina al raccolto. Ma solo i grandi saggi e gli stupidi non cambiano mai.
Sia l'uccellino in cielo che il pesce nel mare non devono strafare.
Siediti sulla riva del fiume, e vedrai il cadavere del tuo nemico passare.
Sii risoluto negli atti, ma condiscendente nel cuore; sii severo con te stesso, ma gentile con la tua donna.
Solamente i grandi saggi hanno i più grandi difetti e sanno riconoscerli.
Solamente la tua ombra conosce la tua vera altezza.
Solo crescendo i propri figli si può capire quanto è stato grande l'amore dei propri genitori.
Solo l’uomo virtuoso sa amare e odiare.
Solo un calmo specchio d'acqua riflette la luce del sapere.
Soltanto chi ha figli può capire l'amore dei genitori.
Soltanto quando la passione d'amore ci rende schiavi la donna, per quanto brutta diventa dolce e gradevole.
Sono stolti i poeti che cantano la debolezza della donna; come si può chiamare debole quella che con un battere di ciglia incatena gli stessi dei?
Sotto gli alberi più grandi si trova il riparo migliore.
Spesso il desiderio di ciò che non hai non ti permette di godere ciò che possiedi.
Studiare invoglia a studiare.
Su dieci calvi i primi nove sono malvagi... e l'ultimo è troppo stupido per esserlo.
Su una piccola pietra inciampò l'imperatore.
Tale l'uomo, tali sono le sue bestie.
Tale padre tale figlio.
Tieni la mente occupata quando compi le cose quotidiane e tienila aperta per capirle.
Tollera il tuo prossimo e spera che lui faccia altrettanto.
Tra tutte le virtù, l'amore per i figli è la più importante.
Tra uomini della stessa religione c'è amore reciproco, tra uomini della stessa professione c'è gelosia reciproca.
Tre cose agiscono segretamente sugli uomini: le donne, le formule magiche e le false dottrine.
Tre sono le religioni, ma una sola è la ragione.
Troppi soldi creano problemi, come troppo cibo provoca l'indigestione.
Tuona e si muove il monte: poi nasce un topolino.
Tutti gli uomini hanno una faccia come tutti gli alberi hanno una scorza.
Tutti spingono un recinto in rovina.
Tutto ciò che soddisfa la fame, è buono da mangiare.
Tutto da solo si consuma chi non ama, ma chi ama dona anche le sue ossa agli altri.
Tutto nella donna è un enigma, ma tutto nella donna ha una soluzione.
Un albero rimane sempre un albero: sia esso alto o basso... un uomo rimane sempre un uomo, servo o padrone che sia.
Un amico gentile è meglio di un fratello scortese.
Un asino rivestito di seta resta sempre un asino.
Un attore non può recitare una commedia da solo.
Un bacio è come bere acqua salata, bevi e la tua sete aumenterà.
Un buon cavallo non può montare due selle: un lavoratore coscienzioso non cerca di portare avanti due lavori nello stesso tempo.
Un buon principio va sempre a buon fine.
Un cane riconoscente vale più di un uomo ingrato.
Un carro carico scricchiola, uno vuoto fa solamente un gran fracasso.
Un consiglio da amico: sbaraglia il nemico.
Un cumulo di gocce fa straripare il fiume.
Un errore nell'agricoltura può portare una temporanea povertà, ma sposare la persona sbagliata comporta una povertà eterna.
Un esercito di ciechi, al seguito di un generale cieco, è condannato alla sconfitta.
Un fabbricante di idoli non è mai un idolatra.
Un figlio non sa quanti problemi ha dato a sua madre.
Un figlio stupido è meglio di una figlia furba.
Un gentiluomo attribuisce la colpa a se stesso, l'uomo comune attribuisce la colpa agli altri.
Un gentiluomo non nega la verità detta da una persona per la quale prova antipatia.
Un libro contiene una casa d’oro.
Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca.
Un mare lontano non riesce a spegnere il fuoco con l'efficacia di una fontanella a portata di mano. Parenti e amici che vivono lontano non possono essere altrettanto solidali di semplici conoscenti che vivono nella stessa strada.
Un nano in mezzo ad altri nani ha una statura dignitosa.
Un padre con pochissimo alleva il proprio figlio, il figlio con molto non sfama il padre.
Un padre deve sempre ricordare che quando morirà lascerà in questo mondo i propri figli, e che questi a loro volta vi lasceranno i propri: lasci dunque loro la maggior fama e la minor infamia possibili.
Un pezzo di legno acceso, separato dagli altri, subito si spegne.
Un povero sano vale la metà di un ricco ammalato.
Un ricco può permettersi di pensare al futuro, un povero pensa solo al presente.
Un solo giorno senza cibo è sufficiente per spezzare l'unità di una famiglia.
Un solo granello di feci di topo può rovinare un'intera padella di riso.
Un sorriso ti farà guadagnare più di dieci anni della vita.
Un uomo capace può rendere meno gravoso il proprio lavoro e facendo ciò dimostra le proprie capacità; un uomo scarsamente abile crea problemi, e facendo ciò dimostra la propria incapacità.
Un uomo cattivo può rendere cattivi cento onesti, ma cento onesti non saranno mai sufficienti per rendere onesto un uomo cattivo.
Un uomo che non sa ridere non dovrebbe mai aprire un negozio.
Un uomo deciso vive con la propria determinazione, un uomo indeciso dipende dalla propria forza fisica.
Un uomo felice è come una barca che naviga con vento in poppa.
Un uomo intelligente parla spesso con gli occhi, un uomo vuoto ingoia spesso con le orecchie.
Un uomo non diventa ricco senza truffare; un cavallo non diventa grasso senza rubare il fieno agli altri.
Un uomo non è valutato con il metro, ma secondo la sua forza e il suo valore.
Un uomo saggio disse una volta: "Quando arrivi all'ultima pagina, chiudi il libro."
Un uomo senza affetto è come una casa senza porte e finestre.
Un uomo senza stima e reputazione è come un bellissimo uccello senza canto e senza coda.
Un uomo trascina il risciò; un altro viene trasportato.. . eppure la loro natura è la stessa.
Un uomo troppo buono è come un muro di sola terra.
Un uomo virtuoso che viene in possesso di molto denaro diminuisce la propria conoscenza, un uomo spregevole che guadagna una fortuna aumenta le proprie possibilità di fare del male.
Un uomo è ricco non quando ha molti beni, ma quando ha il cuore accarezzato dalla mano leggera della sua donna.
Un uomo è valutato dal suo cervello come un coltello è valutato dalla lama.
Un vestito strappato può essere ricucito, un piede o una mano amputati no.
Un viaggio di mille chilometri incomincia sempre con un solo passo.
Una brava casalinga non si preoccupa di quanto grande sia il suo appetito, ma della qualità dei suoi piatti.
Una briciola d'oro non può comprare una briciola di tempo.
Una canna da zucchero non sempre è dolce da tutte le parti.
Una casa senza l'amore è come un camino senza fuoco; una casa senza il parlare di un bimbo è come un giardino senza fiori; la bocca della donna amata senza il sorriso è come una lampada senza luce.
Una ciotola in mano vale molto.
Una colonna piccola non può reggere un peso grande.
Una coppia di anziani che è unita sin dalla gioventù può sembrare brutta, ma il vestito sgualcito può essere il più bello di tutti.
Una donna diventa per l'uomo, pur essendo bellissima, aspra e pungente quando, schiava della passione, non la può offrire all'uomo che ama e che non l'ama.
Una donna sciocca che dice di amare per convenienza è come l'asino che porta sulla schiena sia diamanti, sia gesso.
Una donna troppo bella in famiglia è la disgrazia di tutte le altre.
Una famiglia che ha presso di sé un anziano ha presso di sé il più bello degli ornamenti e il più prezioso dei tesori.
Una famiglia con cibo e vestiti in abbondanza è l'invidia di mille altre famiglie, la gloria di una vita provoca il risentimento di cento generazioni.
Una famiglia povera è come un vestito lavato troppe volte, una famiglia ricca ha l'aspetto di un abito nuovo di zecca.
Una famiglia unita è sempre più numerosa di una famiglia divisa.
Una grande armata sarà sempre sconfitta, un grande albero sarà sempre abbattuto.
Una lampada senza olio non dà luce; un uomo senza denari è come invisibile.
Una malattia può avere mille padri, ma una sola madre: l'alimentazione squilibrata.
Una ragazza che amoreggia con gli sguardi non è casta, uno studioso che attira con il sapere non è onesto.
Una rondine non fa primavera.
Una sola notte fra le gioie del bicchiere ti fa perdere dieci giorni di salute e buonumore.
Una vergine si sposa per far piacere ai genitori, una vedova per far piacere a se stessa.
Una volta solevo meditare per lunghi giorni di fila, ma vivere un breve spazio di tempo vale di più; una volta solevo rizzarmi sulla punta dei piedi per guardare lontano, vale di più ampliare il proprio orizzonte salendo sopra un'altura.
Uomo irresoluto, spada senza filo.
Uomo saggio è colui che non sa perdere né l'uomo né le parole.
Vecchiaia e saggezza sono buone compagne.
Vedere attraverso la fame e la ricchezza significa guadagnare un poco di riposo; vedere attraverso la vita e la morte significa guadagnare un grande riposo.
Vero uomo è colui che, anche nella propria afflizione, si stringe al petto gli afflitti.
Vino e concubine hanno rovinato gli eroi più coraggiosi.
Vivi nella campagna per piacere tuo e per la tua ricchezza anziché vivere in città per il piacere degli altri e la ricchezza altrui.
Viziare un bambino è come ucciderlo.
Volendo fornirti di un mezzo di trasporto scegli il tuo bue. Esso valicherà senza stancarsi quaranta monti.
È chiamata amore la sensualità, ma tra le due cose vi è grande distanza.
È destino dell'uomo troppo buono venire sfruttato dagli altri; come è destino di un buon cavallo l'essere domato per primo.
È difficile acchiappare un gatto nero in una stanza buia soprattutto quando non c'è.
È difficile diventare amici in un anno, ma è molto facile offendere un amico in un'ora.
È il cuore e non la ragione che sente la vicinanza degli dei.
È inutile temere ciò che non si può evitare.
È l'albero che dona il legno per il maniaco della scure che l’abbatterà.
È l'uomo a far grande la verità come una madre premurosa, ma la verità non farà mai grande un uomo.
È la povertà che doma gli uomini.
È meglio accendere una candela che maledire l'oscurità.
È meglio una cosa vista che cento ascoltate.
È molto più facile costruire una fortuna che conservarla.
È molto più facile dividere dei fratelli che dei campi.
È nelle cose che ci danno gusto e piacere che un uomo vive la sua giornata realmente, è nei momenti di svago che costruisce la sua anima.
È più facile amare una donna che farsi amare da lei.
È più facile colmare un pozzo senza fondo che soddisfare l'umana ambizione.
È più facile deviare il corso di un fiume o spianare Una montagna che cambiare l'animo di un uomo.
È più facile essere a capo di un regno che a capo di una famiglia.
È più facile scendere una collina che scalarla.
È più facile tenere sulla lingua un carbone acceso che un segreto degli altri.
È più felice un povero onesto che un ricco corrotto.
È saggio essere severi verso noi stessi e benevoli verso gli altri.
È stolto colui che si ostina ad occupare un posto che sa di non meritare.
È una povera pecora quella che non può portare la sua stessa lana.
È vana ogni opera umana se non è iniziata con buoni auspici dagli dei.
È virtuoso l'uomo che ha e sa dare, forse lo è di più chi non ha e sa non chiedere.