Passione

Aforismi

Moda

A tanto ci obbliga l'autorità della moda: ad essere ridicoli per non averne l'apparenza.
Aspettavamo la fine dell'arte è venuta la fine della moda.
Chi fa la moda è un artista legato strettamente a doppio filo all'industria.
Ciò che l'arte tenta di distruggere è la monotonia del tipo, la schiavitù della moda, la tirannia delle abitudini, e l’abbassamento dell’uomo al livello della macchina.
Come la moda decide dei gusti, così decide della giustizia.
Cos'è una moda? Da un punto di vista artistico, di solito è una forma di bruttezza talmente intollerabile da doverla cambiare ogni sei mesi.
Dice di seguire la moda, ma evidentemente fatica a raggiungerla.
Dieci anni prima del suo tempo una moda è indecente, dieci anni dopo, è orrenda, ma un secolo dopo, è romantica.
Diversivo. Distrazione. Fantasia. Cambiamento di moda, di cibo, amore e paesaggio. Ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo. Senza cambiamento, corpo e cervello marciscono.
Gli abiti che preferisco sono quelli che ho inventato per una vita che ancora non esiste, per il mondo di domani.
Gli snob sono i franchi tiratori e l'avanguardia della moda. Si ride di essi da principio, ma finiscono sempre per aver ragione loro.
Gli uomini creano spesso mode aberranti per vendicarsi delle donne.
I costumi e le mode degli uomini cambiano come le foglie sul ramo, alcune delle quali vanno ed altre vengono.
Il buon gusto nel vestire è qualcosa di innato, come la sensibilità del palato.
Il cambiamento della moda è la tassa riscossa dall'industriosità dei poveri sulla vanità dei ricchi.
Il cattivo gusto consiste nel confondere la moda, che non vive se non di cambiamenti, col bello durevole.
Il jeans è un dittatore votato alla distruzione della creatività e va fermato.
Il moderno invecchia; il vecchio ritorna di moda.
Il più grande alleato della moda è il conformismo.
Il variare delle mode è la tassa che l'industria del povero impone alla vanità del ricco.
In fondo la moda ha un solo avversario in questo basso mondo: il metafisico. In nome della certezza immobile, egli ricusa questo movimento e questa irrequietudine. Ma condanna così la vita stessa.
Indossatrici: animali pregiati allevati in riserve e esposti al pubblico due volte l'anno.
La filosofia del design è quella di raggiungere la popolarità senza il sostegno di un'etichetta. L'eleganza da sola non è più sufficiente.
La gente alla moda cambia divinità come altrove cambia medico, ma senza risultati più apprezzabili.
La moda e la pubblicità producono uniformità, mentre pretendono di soddisfare la passione del pubblico per la diversità.
La moda e la pubblicità producono uniformità, mentre pretendono di soddisfare la passione del pubblico per la diversità.
La moda esiste per le donne senza gusto.
La moda ha il fascino dell'inizio e della fine insieme, il fascino della novità e nello stesso tempo della caducità.
La moda non deve mai decidere chi sei. È lo stile a decidere chi sei. E a perpetuarlo.
La moda non è altro che l'abitudine passeggera di persone ricche ed indolenti che hanno fatto dello studio dell'apparenza la loro occupazione principale.
La moda non è un gioco o la volontà di uno stilista. E' un momento della civiltà.
La moda passa, lo stile resta.
La moda riflette i nostri tempi, il loro trend di stile, ma è anche lo specchio dei nostri sentimenti. L'occhio della moda è un occhio sensibile.
La moda riflette sempre i tempi in cui vive, anche se, quando i tempi sono banali, preferiamo dimenticarlo.
La moda è ciò che segui quando non sai chi sei.
La moda è fatta per diventare fuori moda.
La moda è l'autoritratto di una società e l'oroscopo che essa stessa fa del suo destino.
La moda è l'idolo della gioventù, la più ridicola e la più rovinosa di tutte le vanità.
La moda è l'orrore del passato prossimo.
La moda è l'ultima pelle della civiltà.
La moda è la maschera innumerevole della vita.
La moda è la più eccellente delle farse, quella in cui nessuno ride perché tutti vi recitano.
La moda è la raffinatezza che corre davanti alla volgarità e teme di essere sorpassata.
La moda è qualcosa di barbaro, perché produce innovazione senza ragione e limitazione senza beneficio.
La moda è quella che viene suggerita e che spesso è meglio evitare, lo stile invece quello che ciascuno ha e deve conservare nell'arco della sua vita.
La moda è quella cosa che interrompe il consueto per crearne un altro.
La moda è quello che uno indossa. Fuori moda è quello che indossano gli altri.
La moda è un'epidemia di vanità.
La moda è una forma di bruttezza così intollerabile che siamo costretti a cambiarla ogni sei mesi.
La moda, dopo tutto, è soltanto un'epidemia creata ad arte.
La moda: una prova suppletiva della notoria insicurezza dell'uomo occidentale in fatto di gusto.
Le donne sciocche seguono la moda, le pretenziose l'esagerano; ma le donne di buon gusto vengono a patti con essa.
Le mode sono variazioni sullo studio "La Vita".
Le persone insignificanti seguono la moda, le presuntuose l'esagerano, quelle di buon gusto scendono a patti con lei.
Moda. Despota che il saggio mette alla berlina, sottoponendosi tuttavia ai suoi dettami.
Moda. La dea dell'apparenza.
Nei periodi di crisi, la moda è sempre oltraggiosa.
Niente passa tanto di moda come la moda.
Non tutto ciò che è "di moda" è davvero "attuale".
Non vi è maggior pericolo che quello di essere troppo moderni. Si corre il rischio di diventare da un momento all'altro un uomo fuori moda.
Ogni generazione ride delle mode vecchie, ma segue religiosamente quelle nuove.
Penso che sia responsabilità di uno stilista cercare di infrangere le regole e le barriere.
Per colpa della moda, per desiderio di rinnovare, per affetto di sapere, si rinnega la nostra arte, il nostro istinto, il nostro modo di fare; è assurdo e stupido.
Per quanto riguarda le mode, le persone ragionevoli devono cambiare per ultime, ma non devono farsi aspettare.
Quello che passa di moda entra nel costume. Quello che scompare nel costume risuscita nella moda.
Se i miei abiti fossero fatti di bronzo, io sarei uno scultore.
Se la moda fosse una cosa seria non cambierebbe tutti gli anni.
Sono sempre alla moda perché me ne infischio delle mode.
Spero un giorno di non essere più alla moda per diventare un classico.
Tutto ciò che è inutile è sempre rispettabile, per esempio la religione, i vestiti alla moda, la conoscenza della grammatica latina.
Una donna si crederebbe sventurata se la natura l'avesse fatta come la fa andare la moda.
Una moda che non raggiunge le strade non è moda.
Una moda non è altro che un'epidemia indotta.
Vestirsi alla moda: spendere un patrimonio per essere scontati.
È l'accessorio di moda basilare, indimenticabile, non visto, quello che preannuncia il tuo arrivo e prolunga la tua partenza.